tribunale-barcellona

“Dite no alla mafia”.Le associazioni antiracket di Barcellona e Terme Vigliatore esortano i cittadini

Pubblicato il alle

2' min di lettura

tribunale-barcellonaDomani, al Tribunale di Barcellona P.G, si svolgerà l’udienza del Processo Mustra, scaturito dalla operazione che ha smantellato un giro, attivo tra Terme Vigliatore e Barcellona, nelle estorsioni aggravate dal metodo mafioso. Tra i coinvolti della operazione Mustra anche Salvatore Campisi, da poco divenuto collaboratore di giustizia, e Giovanni Perdichizzi, vittima,lo scorso gennaio, di un agguato di mafia. 
Nell’udienza di domani saranno chiamati a testimoniare gli imprenditori 
Salvatore Barresi e Salvatore Valente, che denunciarono le estorsioni subite, avvenute nell’estate del 2011. Barresi è oggi Presidente dell’Associazione Antiracket ed Anti usura di Terme Vigliatore Fonte di 
Libertà, fondatore della stessa unitamente ad altri imprenditori che si sono ribellati al pagamento del pizzo, imposto dai vari gruppi della famiglia mafiosa dei Barcellonesi.  

Le associazioni antiracket di Barcellona e Terme  Vigliatore “Liberi Tutti” e “Fonte di Libertà” esortano i cittadini a  partecipare all’udienza. Così scrivono:

“La società civile onesta,  che rappresenta la stragrande maggioranza della  gente deve fare sentire forte il suo no alla mafia   stringendosi intorno  agli  imprenditori coraggiosi che denunciano. E’ importante continuare a manifestare solidarietà e pieno sostegno a chi si  ribella alle logiche mafiose che hanno ferito e mortificato la nostra terra. E’ per questo motivo che esortiamo la cittadinanza attiva a partecipare all’udienza”.

 

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.