Disordini Messina – Reggina: misure cautelari per 16 ultras

Si aggiungono 16 ultras a quelli già fermati nei mesi scorsi dopo gli scontri e i disordini avvenuti dopo il match tra Messina e Reggina, disputato lo scorso 30 maggio allo stadio S.Filippo. Diventano quindi 24 le persone arrestate a seguito delle indagini svolte dalla Digos.

Al termine del triplice fischio,  l’impiego di 200 uomini delle Forze dell’Ordine, reparti inquadrati, specialisti della Polizia Scientifica, unità cinofili e mezzi speciali, ha evitato che una partita di calcio si trasformasse in guerriglia urbana. Uno sparuto gruppo di teppisti travestiti da tifosi ed armati di spranghe, cinture, pietre, fumogeni e bombe carta erano stati infatti bloccati a più riprese dalle Forze di Polizia. Cordoni di polizia avevano impedito che gli ultras raggiungessero dapprima il rettangolo di gioco e la tribuna centrale al termine del derby, poi l’area tecnica dell’impianto riservata agli addetti ai lavori. La furia dei tifosi si era dunque spostata in strada,  in tangenziale e successivamente lungo la S.S.114, stavolta diretta ai 700 tifosi della Reggina  scortati verso il porto di Tremestieri. Durante gli scontri, un poliziotto è stato colpito al labbro con una catena rimediando una ferita poi rimarginata con otto punti di sutura.

Oggi le forze dell’ordine hanno chiuso il cerchio, individuando tutti i responsabili dei disordini scoppiati all’esterno dello stadio in seguito alla retrocessione nei dilettanti dell’Acr Messina. L’ordinanza di custodia cautelare per i 16 ultras è stata emessa dal Gip Monica Marino, su richiesta del Sostituto Procuratore Annalisa Arena.

Finiscono ai domiciliari:

AZZARELLO Giuseppe, nato il 01.01.1979 a Milazzo (ME);

COSTA Giuseppe, nato il 20.04.1990 a Messina;

DE FRANCESCO Tyron, nato il 20.05.1997 a Messina;

DELIA Carmelo, nato il 23.12.1985 a Messina;

OCCHINO Giuseppe, nato il 29.04.1983 a Messina;

LA CAMERA Marcello, nato il 13.07.1988 a Messina;

NICOLOSI Marcello, nato il 03.01.1973 a Messina;

PAPANDREA Marcello, nato il 10.09.1980 a Messina;

VERNUCCIO Massimiliano, nato il 06.02.1977 a Messina;

ANTONELLI Marco nato il 06.04.1978 ad Atri (TE);

GUGLIEMINO Antonino, nato il 10.05.1970 a Messina.

Obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per:

CANTELLO Davide, nato il 24.08.1986 a Messina;

DI GIACOMO Sergio, nato il 18.05.1981;

MANGRAVITI Benito, nato il 19.11.1988 a Messina;

PESCHIERA Marco, nato il 22.05.1990 a Messina.

Risultano, inoltre,  indagati in stato di libertà altre 4 persone. I reati contestati sono lancio di materiale pericoloso, possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive, lesioni personali, divieto di qualunque mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento.  Uno dei soggetti colpiti dalla misura cautelare degli arresti domiciliari è per il momento irreperibile.

 

(962)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *