Detenuto incendia la cella e aggredisce gli agenti. Caos nel carcere di Barcellona P.G.

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Ha appiccato il fuoco nella cella dove era rinchiuso insieme ad altri detenuti, seminando il panico tra i corridoi del carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. I fatti, resi noti dal segretario generale dell’Osapp Domenico Nicotra, risalgono a domenica mattina. L’uomo, originario del Ghana, era stato trasferito nell’istituto penitenziario la sera prima. Dopo aver dato alle fiamme la cella ha iniziato a distruggerla scagliandosi poi contro gli agenti di polizia penitenziaria.

“Tuttavia, prosegue Nicotra, a causa della resistenza  posta in essere dell’aggressore nel tentativo di accompagnarlo nella nuova camera detentiva, un ispettore di Polizia Penitenziaria si è ferito a una mano. Per l’agente  si è reso necessario il trasferimento al pronto soccorso dell’ospedale. Il poliziotto è stato poi ricoverato al Policlinico di Messina dove verrà sottoposto ad intervento chirurgico.”

“È evidente, conclude il sindacalista dell’Osapp, che la conversione dell’ex Opg di Barcellona P.G. in Casa Circondariale con sezioni dedicate a detenuti con problemi di natura psichiatrica ha causato un prevedibile e smisurato aumento dei cari di lavoro e dei rischi connessi per i quali, tuttavia, non sono stati assunti i necessari provvedimenti per l’incremento di organico di Polizia Penitenziaria. È indispensabile che il Dap trasferisca urgentemente personale dalla graduatorie nazionali vigenti.”

(297)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.