Creditore aggredito dal debitore. Fucile in faccia e finestrino dell’auto spaccato con una chiave inglese

Pubblicato il alle

1' min di lettura

carabinieriPorto abusivo di armi, violenza privata, minaccia e danneggiamento.Queste le accuse contestate a Natale Basile, 63 anni, arrestato dai carabinieri di Tremestieri, a seguito della denuncia di un uomo. Un rivenditore di ricambi, ieri, ha denunciato quanto gli era accaduto poco prima. L’uomo ha raccontato di essersi recato con la propria auto presso l’autolavaggio posto all’interno dell’area di servizio “Tremestieri Ovest”, sulla tangenziale, per recuperare un credito dal titolare. Alla richiesta del saldo, però, l’altro gli ha spianato contro un fucile. Da qui la fuga all’interno della propria vettura da parte del creditore. Ma non era finita. L’aggressore, armato di una grossa chiave meccanica, ha spaccato il vetro anteriore lato guida dell’auto. Avviato il motore, la vittima si è dileguata. I militari della Stazione di Tremestieri, ricevuta la segnalazione, raggiunto l’autolavaggio e perquisito l’interno, hanno rinvenuto, in un furgone in uso a Basile, un fucile da caccia cl. 12, smontato in tre parti e 6 cartucce dello stesso calibro.
Basile, dapprima posto agli arresti domiciliari, dopo la convalida dell’arresto, è stato rimesso in libertà in attesa di giudizio.

(74)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.