Coinvolta nell’operazione “Ghiaccio”: torna dall’estero e si costituisce

Pubblicato il alle

1' min di lettura

LaguidarasimonaI Carabinieri della Compagnia di Patti, hanno dato esecuzione a un provvedimento cautelare a carico di Loredana La Guidara, 33 anni, con precedenti di polizia, sorella di Simone La Guidara ed ex convivente di Andrea Scaffidi, entrambi arrestati dai Militari dell’Arma lo scorso 27 Marzo nell’ambito dell’Operazione “Ghiaccio”. La donna deve rispondere di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente, poiché avrebbe gestito, insieme ai due uomini, un’attività di spaccio “a conduzione famigliare” all’interno del Bar “Darling”, diventato luogo di ritrovo di una serie di consumatori abituali di droga, collegati fra loro da un rapporto di conoscenza o frequentazione. Lo scorso 27 marzo, quando i Carabinieri hanno dato esecuzione all’operazione “Ghiacco”, la donna era all’estero per motivi di lavoro. Nella tarda nottata di ieri, dopo essere rientrata in aereo all’aeroporto di Fontanarossa, si è consegnata spontaneamente alle Forze dell’Ordine. Si trova ora agli arresti domiciliari.

(77)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.