Tribunale patti

Chiusura indagini della operazione Fake. 101 indagati

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Tribunale pattiLa procura di Patti ha chiuso le indagini relative all’inchiesta che fece scattare, lo scorso marzo, l’operazione Fake. Indagini chiuse con 101 avvisi di garanzia. Nel corso della operazione “Fake”, condotta dal Commissariato di Patti, diretto da Enzo Coccoli, il 7 marzo scorso furono emesse 12 misure cautelari, di cui 7 arresti domiciliari, e 5 obblighi e divieti di dimora.156 persone furono denunciate. Le accuse, a vario titolo, vanno dall’associazione finalizzata alla commissione di falsi e reati elettorali, alla truffa in danno di Enti Pubblici.
Tra i destinatari dell’avviso conclusione indagini e dell’informazione di garanzia, l’ex vice sindaco di Patti Francesco Gullo, che si trova ancora ai domiciliari, e la figlia, Maria Tindara Gullo, deputata nazionale del Pd, accusata di falso ideologico per un presunto cambio di residenza fasullo.
Secondo l’accusa, Francesco Gullo avrebbe, con complicità eccellenti, manipolato le ultime amministrative di Patti, anche attraverso cambi di residenza di residenti nei comuni limitrofi.

(48)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.