Centauro caricato da un toro sfuggito all’allevatore. Era la moto a infastidire il bovino

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Probabilmente è stato quel soprannome che gli hanno affibbiato , “barone rosso”, a causare l’incidente occorso a un centauro di Brolo, vittima della carica di un toro mentre percorreva in moto la statale 113, all’altezza di Naso. Il toro, dicono, perde i lumi alla vista del rosso. Insomma, si può anche a scherzare a pericolo scampato.

E l’ha scampata bella Giuseppe Ricciardi, 60 anni, solo qualche contusione e tanta paura dopo essere sfuggito miracolosamente all’attacco di un toro. Il centauro percorreva la strada che conduce a Brolo, dove lavora. Erano le 8 del mattino di ieri.

All’improvviso una carica che proprio non si aspettava: quella di un toro che invece di continuare a pascolare sul greto del torrente Naso, con il resto della mandria di un allevatore del posto, ha mirato a quel “tipo su due ruote”.
Terrore puro, per Ricciardi, che nel tetnatvo di sottrarsi all’insolito aggressore è caduito rovinosamente al suolo. Il toro, che evidentemente veva indiviodita il “nemico” nella moto, ha incornato quella, tralasciando l’uomo. Per il 60enne solo qualche contusione, mentre il bovino è stato catturato dalla Polzia, nel frattempo intervenuta, e resitutito all’allevatore.

A Giuseppe Ricciardello, il piacere di potere raccontare la disavventura.

(551)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *