Beppe Alfano, i 20 anni tragici del baraccone antimafia

Pubblicato il alle

1' min di lettura

 

fabio mazzeodi Fabio Mazzeo

 

La sera che fu ucciso Beppe Alfano toccò a me andare. Nel giornalismo capita così. E se il giornalismo lo fai in Sicilia capita con fastidiosa frequenza di andare dove hanno sparato, e c’è un corpo a terra, facce mute, sirene della polizia, lampeggianti che amplificano l’inquietudine. Arrivi sul posto, guardi, osservi, provi….

leggi altro su:

http://sonofabiomazzeo.blogspot.it/

(55)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.