Arresto non convalidato per il 42enne accusato di aver violentato una badante con l’esca del lavoro

tribunale-MeFrancesco Boemi, l’uomo arrestato il 22 febbraio scorso, con l’accusa di violenza sessuale e sequestro di persona, è stato scarcerato dal gip Massimiliano Micali durante l’udienza di convalida.
Buemi, 42 anni, di Francavilla Sicilia, era stato accusato da una donna, tunisina, di averla violentata e rinchiusa in un appartamento di Forza d’Agrò, lo stesso in cui sarebbe avvenuta la violenza. La ragazza aveva raccontato ai carabinieri
che lei, che viveva in una città del nord Italia cercava lavoro da tempo. Su una pagina di Internet, qualche giorno fa, ha letto un annuncio in cui si cercava una badante, e poi il recapito telefonico dell’offerente. Stabilito il contatto la donna scopre che quel posto libero è al sud, vicino Taormina. Incontrato il datore di lavoro- sempre secondo il racconto della tunisina – viene da questi portata in un appartamento, violentata e chiusa a chiave in casa. Rimasta da sola, la ragazza riesce a liberarsi eed avvisare i carabinieri che rintracciano Buemi ee lo arrestano. Ma qualcosa non ha convinto il gip Micali che non ha convalidato l’arresto ed ha scarcerato il presunto violentatore.

(116)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *