Arrestato Antonio Ruggeri. L’ex commissario straordinario dell’Ato3 è accusato di peculato: intascò la liquidazione di un incarico “a titolo gratuito”

Pubblicato il alle

1' min di lettura

AntonioRuggeriArrestato e posto ai domiciliari dalla polizia l’ex commissario liquidatore dell’Ato3 di Messina, Antonio Ruggeri. Il provvedimento cautelare è stato firmato dal Gip Salvatore Mastroeni, su richiesta del sostituto procuratore Liliana Todaro. L’accusa è di peculato. Prima di dimettersi, lo scorso 5 settembre, Ruggeri firmò – nonostante la rinuncia, nel 2010, al compenso perché contemporaneamente capo di gabinetto del sindaco Giuseppe Buzzanca  – il bonifico della sua liquidazione: 136 mila euro. Il Gip ha ordinato così anche il sequestro preventivo del suo conto corrente, fino a un importo massimo di 110 mila euro. Trovati sul suo conto 52mila euro che sono stati sequestrati.

 

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.