Abusa della figliastra per 3 anni. Imprenditore di Milazzo arrestato per violenza sessuale

Pubblicato il alle

2' min di lettura

violenzasuragazzaUn imprenditore di Milazzo è stato arrestato per violenza sessuale nei confronti della figliastra, una ragazza di 17 anni. Ne aveva 14 all’epoca della prima violenza. L’incubo della minorenne è stato svelato dalla stessa vittima alla madre, dopo tre anni di silenzi. La scorsa estate, la ragazza, sola in vacanza con la madre, lontane da casa, ha trovato il coraggio di rivelarle le violenze subìte dal patrigno, un 45enne che la donna, divorziata e con una figlia, aveva sposato nel 2009. Un buon padre, sembrava inizialmente il neo sposo, ma quanto poco lo fosse, la figliastra lo scoprì ben presto, Carezze audaci, palpeggiamenti, sino alla consumata violenza, cominciarono già poco dopo le nozze, nell’estate 2009. Il patrigno, approfittando delle assenze da casa per lavoro della consorte, abusava della minorenne, che già al tempo tentò di far capire alla madre che qualcosa non andava nel comportamento del marito. Ma la donna credette fosse la figlia ad avere una immaginazione fervida, anzi, invitò l’uomo ad assumere un atteggiamento più paterno nei confronti della ragazza. E le violenze continuarono, per tre anni. Sino al settembre scorso, quando la vittima, con particolari inequivocabili, racconta alla madre ogni abuso subìto. Scatta la denuncia ai carabinieri e le indagini, che quando avvengono in ambito familiare, per un reato consumato in danno di una minorenne, devono essere effettuate con particolare attenzione. Le dichiarazioni della 17enne trovano riscontro investigativo e scatta l’arresto: il 45enne imprenditore di Milazzo finisce in carcere, per ordine del Gip di Barcellona, Sara D’Addea, su richiesta del sostituto procuratore Mirko Piloni.

(67)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.