A Pasqua aumentano le estorsioni, Addiopizzo scende in piazza

addiopizzoCome ogni anno nel periodo pasquale aumentano le richieste estorsive ai danni di imprenditori e commercianti.

Con la scusa dell’offerta per aiutare i parenti dei carcerati o semplicemente per la “messa a posto” annuale, l’importante però è solo pagare!

La Procura della Repubblica di Messina ha autorevolmente fornito alcuni dati:

– “alla Sicilia il pizzo costa 1,3 punti del PIL”

– “le tangenti risultano più elevate nella provincia di Messina rispetto a quella di Palermo, dove la tangente media per il commercio al dettaglio è di 400€ al mese”.

– “A Messina le indagini hanno rivelato che le estorsioni vengono richieste a tappeto”

– “Tutte le attività economiche, anche quelle minori, vengono assoggettate a questo crimine.” (Relazione sullo stato della Giustizia 2011)

Il Comitato Addiopizzo Messina invita gli operatori economici a denunciare ogni tentativo di estorsione, in particolare in questo periodo, rivolgendosi alle Associazioni Antiracket o direttamente alle Forze dell’ordine.

Il Comitato Addiopizzo Messina invita i cittadini consumatori a firmare il Manifesto del Consumo Critico “PAGO CHI NON PAGA” nei giorni di:

– Sabato 6 aprile ore 17.00 Piazza Cairoli;

– Domenica 7 aprile ore 10.00 Piazza Lo Sardo (ex piazza del Popolo, presso Mercato del Contadino).

 

Il Comitato Addiopizzo Messina onlus

(37)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *