L’ “oro rosso” attira i ladri. 200 kg di rame rubati e 700 stavano per esserlo. Carabinieri e Polizia arrestano 6 uomini

Pubblicato il alle

2' min di lettura

BARHOUMI ABDELLATIFCOOA AMINERRADI FAISSALRIHANI IMEDahamd mahoud copiafarid miha copia

 

 

 

 

 

 

 

Ennesimo furto di “oro rosso” sventato dai Carabinieri. Arrestati quattro cittadini di nazionalità marocchina e tunisina, sorpresi mentre stavano trasportando materiale elettrico rubato da un centro sportivo di Scaletta Zanclea. A notare la presenza dei quattro malfattori, nel pomeriggio del 15 ottobre, nei pressi di un campo di calcio di proprietà comunale, una pattuglia impegnata nell’attività di controllo del territorio. Faissal Erradi, nato in Marocco, 25 anni, in Italia senza fissa dimora, Abdellatif Barhoumi, nato in Tunisia, 43 anni, anch’egli in Itala senza fissa dimora, Imed Rihani, nato in Tunisia, 25 anni, e Amin Cooa, nato in Tunisia, 25 anni, tutti già noti alle Forze dell’Ordine, si sono impossessati di 200 kg di rame, il cui valore è stato stimato in circa 10.000 euro, dopo avere danneggiato l’apparato elettrico dell’impianto sportivo. I quattro viaggiavano a bordo di un furgone, sul quale erano stati caricati i 200 kg di rame. Per loro sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato in concorso.        

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Messina ieri sera hanno sorpreso due uomini all’interno di un magazzino ubicato in via Santa Cecilia, intenti a trafugare 700 kg di rame utilizzato per collegamenti elettrici e come fune portante della linea ferrata. Arrestati per tentato furto aggravato Mahoud Ahamd, 43 anni, egiziano, con precedenti penali, e Miha Farid, 20 anni, originario del Bangladesh. I malviventi, introdottisi all’interno del magazzino attraverso un foro, avevano già reciso ed erano pronti ad asportare rame per un peso complessivo di circa 700 chilogrammi. Interrotti dagli agenti, hanno tentato la fuga ma sono stati velocemente raggiunti e bloccati. 

(56)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.