Vigili urbani concorsisti. Gioveni: “Tutto tace”

vigili urbaniContinua l’odissea dei 32 vigili urbani con corsisti in attesa di un’occupazione. Con l’estate ormai alle porte e con tutto ciò che essa comporterà in termini di impegno di vigili nelle strade cittadine (esodo e controesodo, turnazione ferie, eventi ferragostani, concerti al San Filippo, che si vanno ad aggiungere alle ordinarie incombenze, ivi compreso il rispetto delle ordinanze anti tir), il consigliere comunale Libero Gioveni invita l’Amministrazione «a prendere di petto la vicenda dei 32 aspiranti vigili che, dopo il loro lunghissimo presidio a Palazzo Zanca iniziato molto prima di Natale, decisero di “togliere le tende” il 27 gennaio consegnando simbolicamente al sindaco Accorinti lo striscione della loro legittima protesta».

«Sono ormai sempre di più, infatti, le emergenze da affrontare in città in termini di viabilità (con gli agenti sempre di meno per poterli fronteggiare) e l’estate in arrivo le accentua senz’altro maggiormente, ma ciò nonostante dei 32 vigili dell’ultimo concorso sembra sia calato il sipario».

«Eppure – ricorda Gioveni – il 19 gennaio scorso era ufficialmente iniziato un nuovo percorso dell’Amministrazione con una positiva contrattazione sindacale, ma di tutto il resto, tranne qualche incontro chiarificatore in Commissione Viabilità, non si è saputo più nulla».

«Dopo la proroga della famosa graduatoria deliberata in extremis dalla giunta nella notte del 21 dicembre 2014 − afferma l’esponente Udc − consegnata forse “impropriamente” nelle mani della Commissione ministeriale che ancora non si è espressa (questo passaggio, infatti, forse si sarebbe potuto evitare perché rischia di rivelarsi determinante negativamente in caso di diniego del Ministero), il sindaco si era impegnato a chiedere una nuova audizione alla stessa Commissione per illustrare una nuova delibera di assunzione, dopo quella “globale” sul fabbisogno del personale in cui erano stati inseriti anche i 32 ma che ebbe proprio per loro un parere negativo per lo sforamento dei costi del personale previsto dall’art. 9 comma 28 del D.L. 78/2010».

«Stavolta, però − precisa Gioveni − la nuova delibera doveva essere espressione del progetto presentato dal Comandante della Polizia Municipale Ferlisi relativo all’assunzione stagionale dei 32 con i fondi dell’art. 208 del codice della strada, specie dopo l’accantonamento dell’ipotesi “fondi ecopass”, ma anche di questo non si è più parlato».

Tra l’altro, il consigliere comunale dichiara di« aver depositato un dettagliato prospetto col quale aveva estrapolato analiticamente le somme frutto delle varie delibere di giunta con le quali si erano destinate delle percentuali per l’assunzione stagionale dei vigili, giungendo ad una somma finale disponibile e vincolata di 597.152 euro, che avrebbe permesso, considerando che il costo medio mensile di un vigile urbano a 36 ore è di circa 3200 euro, di assumere i 32 concorsisti per 6 mesi a 36 ore oppure per 12 mesi a 18 ore».

Gioveni chiede, quindi, «in una città che ha “fame” di vigili urbani, di soddisfare il diritto all’occupazione di questi 32 ragazzi e dare nuovo “ossigeno” alla viabilità cittadina che adesso dovrà fare i conti con una nuova “calda” estate ormai alle porte».

(362)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *