affidamento franco scoglio

Stadio “Franco Scoglio” di nuovo agibile: domenica l’Acr Messina giocherà in casa

Pubblicato il alle

3' min di lettura

È ufficiale: lo Stadio “Franco Scoglio” di San Filippo è tornato agibile, quindi la prossima partita dell’Acr Messina, prevista per domenica 19 settembre alle 14.30, si giocherà in casa. Ad annunciarlo sono il sindaco Cateno De Luca, gli assessori Francesco Gallo e Dafne Musolino, insieme al presidente di MessinaServizi Bene Comune, Giuseppe Lombardo, che hanno illustrato quali sono le principali novità.

Dopo una lunga attesa e non poco ritardo, l’impianto sportivo principale di Messina è pronto per accogliere le partite di Serie C. Ci sono ancora degli interventi da fare e delle questioni da risolvere, ma intanto l’assessore allo Sport Francesco Gallo lo ha confermato: «Domenica alle 14.30 il Messina giocherà al “Franco Scoglio”». Il match si disputerà contro il Virtus Villafranca.

«Finalmente – ha sottolineato il sindaco Cateno De Luca – abbiamo completato questi lavori. Abbiamo fatto una cattiva figura per la prima partita in casa, mi dispiace. Abbiamo recuperato per la seconda. La Commissione Provinciale ha dato il via libera, si gioca a Messina. Tutto questo perché alcuni elementi sono arrivati in ritardo».

Ma cosa è stato fatto, in sostanza, in queste settimane? Attualmente, ha specificato il sindaco di Messina Cateno De Luca, sono stati spesi per rimettere in sesto lo Stadio San Filippo, circa 500mila euro. Tra i vari interventi, è stato installato un nuovo impianto di videosorveglianza (ad opera della ditta Mega Sistem), che tiene sotto controllo la curva sud, la curva ospiti, i tornelli di curva sud, ospiti e tribuna centrale, così come il campo e i vari ingressi. In più è stato improntato un sistema di riconoscimento facciale per cui quando si accede all’impianto dai tornelli ogni persona viene fotografata e l’immagine viene archiviata dalla Polizia. È stato inoltre istituito, ha spiegato poi l’assessore Dafne Musolino, un Corpo di Guardia della Polizia Municipale, con turni h24, un servizio di pattugliamento notturno e agenti sempre presenti all’interno del “Franco Scoglio”.

Infine, anche MessinaServizi Bene Comune ha fatto la sua parte raccogliendo diverse tonnellate di sfalci e potatura e di indifferenziata. Ha inoltre lavorato per sistemare l’esterno, le collinette di supporto alle tribune, le aree di supporto alle entrate. Nelle prossime settimane, annuncia Lombardo, si provvederà alle foresterie, ma si è data priorità agli interventi più urgenti.

Lo Stadio “Franco Scoglio” sarà agibile per un totale di 6.900 spettatori – comunque ridotto a causa della normativa anti-covid al 25%. «Si sta procedendo – ha specificato in proposito il sindaco di Messina Cateno De Luca – con un altro progetto per risolvere definitivamente la questione del collaudo. Si lavorerà per ottenere l’agibilità per la capienza originaria di progettazione».

(Foto di repertorio)

(256)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.