renato schifani presidente della regione sicilia

Sicilia, Schifani accelera sulla giunta: «Alla Sanità un manager»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Renato Schifani prosegue verso la costituzione della nuova giunta regionale in Sicilia. Il Presidente della Regione, insediatosi un mese fa, ha voluto attendere la proclamazione degli eletti all’ARS prima di passare alle nomine del governo che presiederà per 5 anni. Ieri, giovedì 10 novembre, si è tenuta la prima seduta del parlamento regionale, che ha eletto Gaetano Galvagno come Presidente.

«Era un appuntamento importante – afferma Schifani a margine della prima seduta – quello di oggi, alla luce delle varie tensioni che venivano descritte, che mi pare invece non ci siano state. Ho sempre detto che il mio sarà un governo aperto al confronto con le opposizioni e da parte mia non ci saranno mai pregiudiziali. La giunta sarà presentata tra fine settimana e lunedì prossimo, mentre mercoledì ci sarà il giuramento degli assessori all’ARS. I tempi sono scanditi, sono perentori. Occorreva partire e siamo partiti».

Chi andrà alla Sanità? Il Presidente ha già in mente un profilo preciso per il successore di Ruggero Razza a Palermo: una manager. «Allo stato attuale – prosegue – sono fortemente concentrato su una figura che credo abbia le caratteristiche per potere rivestire questo ruolo, la dottoressa Giovanna Volo, che è stata manager della sanità, competente, apprezzata da tutto il mondo della sanità pubblica e non ha mai fatto politica. Ritengo possa dare il proprio contributo al nostro governo e una forte spinta ai temi delicati della sanità pubblica, dalle liste d’attesa alle aree d’emergenza».

«Occorre – conclude Schifani sulla Sanità in Sicilia – dare attenzione a quegli aspetti privati della diagnostica strumentale che potrebbero, se finanziati, ridurre le liste d’attesa degli ospedali. Ci siamo già confrontati e devo dire che ho trovato in lei grande competenza ma anche grande disponibilità a rivedere alcuni temi. Non voglio che nella sanità ci siano scontri tra pubblico e privato, che devono integrarsi tra di loro. Non ci devono mai essere steccati quando si parla della salute dei cittadini». La nuova Giunta regionale, quindi, giurerà il prossimo mercoledì 16 novembre.

(660)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.