img1024-700 dettaglio2 SALDI11

Pronti, partenza… Via ai saldi a Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Al via oggi anche a Messina, come nel resto della Sicilia, la stagione dei saldi invernali. La data del 2 gennaio va in controtendenza rispetto alle altre regioni italiane, dove gli sconti più attesi dai consumatori inizieranno il 5 gennaio, ma ciò dipende da un decreto emesso lo scorso anno dall’assessore regionale alle Attività produttive, Mariella Lo Bello.

In realtà i saldi di oggi non hanno più il “sapore” di una volta: “Black friday” , offerte promozionali  durante tutto l’anno e vendite online a prezzi stracciati,  hanno di fatto smorzato il valore che fino a qualche tempo fa, avevano gli sconti di fine stagione, anche se non si può negare che i professionisti dello shopping attendono comunque l’avvio dei saldi per dedicarsi agli acquisti più “importanti”. Come ogni anno le associazioni dei consumatori avvertono: attenzione alle truffe.

Ecco un piccolo vademecum per evitare brutte sorprese negli acquisti in saldo:

Confrontare  il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato: chiedere sempre al negoziante, se si hanno dubbi sulla percentuale dei sconto.

Controllare  che i capi siano in buone condizioni: se, dopo aver fatto l’acquisto, ci si rende conto che il capo è difettoso, si può chiedere la restituzione dell’importo pagato, oppure un’ulteriore riduzione del prezzo. In questo caso è importante conservare lo scontrino.

Fare attenzione che la merce in saldo sia quella della stagione in corso: c’è sempre qualche “furbo” che tende a rifilare capi delle stagioni passate spacciandoli per attuali.

I prezzi esposti devono essere rispettati: se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, è importante farlo presente al negoziante e, in caso di problemi, è possibile fare intervenire la Polizia Municipale.

Anche in periodo di saldi, il negoziante è tenuto ad accettare le carte di credito: diffidare da chi  dice che il pagamento con carta di credito presuppone un aumento del prezzo scontato. Non è possibile per legge.

La merce venduta in saldo deve essere esposta separatamente da quella non scontata: per evitare di fare confusione e acquistare per errore merce non scontata, bisogna fare attenzione che questa regola sia rispettata. In caso contrario, segnalarlo alla Polizia Municipale.

 

(595)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.