Messina, uffici della IV Municipalità chiusi per mancanza di personale. Gioveni: «Fatto grave»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Per assenza di personale gli uffici sono temporaneamente chiusi”: recita così il foglio di carta appeso con due puntine blu sulla porta in legno della sede della Quarta Municipalità in via dei Mille a Messina. Com’è possibile? A farsi portavoce della denuncia di alcuni cittadini il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Libero Gioveni.

«Come si fa a chiudere degli uffici pubblici per mancanza di personale?» si domanda Gioveni. «Possibile – prosegue – che non ci si renda conto che si possano configurare i presupposti per una interruzione di pubblico servizio? Tutto questo è grave e inaccettabile ed è ancora più grave il fatto che il presidente della Municipalità Matteo Grasso, che sol perché subito dopo essere stato eletto con la coalizione di centrosinistra abbia aderito a Sicilia Vera (il movimento del sindaco Basile), decida, fra una foto e l’altra sui social scattata sotto qualche albero potato, di non proferire parola sull’inqualificabile accaduto».

«Atteso che chiunque faccia politica – prosegue – abbia tutto il diritto di scegliere dei nuovi percorsi se dovessero venire meno le condizioni per le quali si sia scelta una determinata compagine di contro, davanti a fatti gravi ed evidenti come quello dell’interruzione di servizi amministrativi a migliaia di cittadini, fa certamente specie l’assoluto silenzio istituzionale del maggiore rappresentante della Circoscrizione, che di fatto non può che essere politicamente complice del grave disservizio».

«E visto che non ci pensa il Presidente Grasso a prendere posizione – conclude il capogruppo di FdI – nella mia qualità di consigliere comunale, oltre a chiedere al sindaco Basile di porre in essere tutti i provvedimenti necessari affinché quanto accaduto non abbia più a ripetersi, mi riserverò di fare anche accesso agli atti per comprendere le ragioni del verificarsi di episodi di tal fatta».

quarta municipalità messina

(90)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.