Elezioni Messina. Meno parcheggi a pagamento e un nuovo tram. La viabilità secondo Trischitta

Pippo Trischitta - Presentazione programma elezioni amministrative messina 2018

Messina. A meno di due settimane dalle elezioni del 10 giugno, il candidato sindaco Pippo Trischitta punta l’attenzione sule tema della viabilità. Nel programma, Trischitta ha dedicato ampio spazio all’argomento, proponendo una serie d’iniziative per far fronte alle problematiche che da tempo caratterizzano Messina.

«Una città normale è una città vivibile – racconta Trischitta – per arrivare a questo bisogna pensare seriamente alla viabilità. Il caos, spesso provocato dalla mancanza di rispetto delle regole, ha origine da una carenza di opportuni provvedimenti che generano quotidianamente disagi notevoli. Basti pensare ai posteggi in seconda fila o al fenomeno recentemente balzato alle cronache dei bus che sostano intorno Piazza Duomo, per trasportare i croceristi».

Far fronte alle problematiche legate alla viabilità nella città dello Stretto è fondamentale, secondo Trischitta, finché non ci sarà una rete affidabile ed efficiente di mobilità pubblica, favorire la circolazione e la sosta dei veicoli privati.

«Bisogna realizzare un piano per una rimodulazione dei sensi unici – spiega il candidato sindaco – ottimizzando i percorsi, ed una rimodulazione dei semafori, che devono essere sincronizzati. Sul nodo dei parcheggi invece occorre creare maggiore spazio di sosta. Anche i parcheggi a pagamento vanno eliminati in percentuale, come indicato dalle norme nazionali. Si prevede – continua il fondatore del movimento Messina Splendida – l’istituzione del sistema di pagamento per la “Sosta breve” a costi ribassati».

Un’altra intenzione di Trischitta è di promuovere l’uso dei parcheggi di Piazza Dante e Cavallotti, realizzando per i lavoratori un sistema di parcheggio pratico con la possibilità di trasferimento con apposite navette tramite un abbonamento annuale. Per il “Fosso” in via La Farina, il progetto è quello di un palazzo di sette piani, di cui tre dedicati ai veicoli e altri tre occupati da un grande mercato generale.

Trischitta propone anche alcune iniziative indirizzate specificamente alle mamme e gli over 65: «Abbiamo già presentato il progetto “Mamme in movimento”, che prevede la sosta gratuita per le donne incinta a partire dal terzo mese e la facilitazione economica con sconti sulle tariffe di parcheggio per le mamme con bambini fino a 5 anni. La stessa idea è applicata a tutti i cittadini con età superiore ai 65 anni».

Per cercare di alleggerire il traffico e facilitare la sosta nella via Tommaso Cannizzaro (fra gli incroci con via Cavour e viale Principe Umberto), il candidato sindaco vuole ripristinare il parcheggio a spina di pesce, sul marciapiede esistente in entrambi i lati.

«Questa soluzione – continua Trischitta– è stata praticata per anni senza controindicazioni per il transito pedonale, ma è stata modificata dall’attuale Amministrazione Comunale, con gravi danni alle numerose attività commerciali e agli utenti: la protesta di numerosi esercenti è stata concretizzata con un’azione legale contro il provvedimento dell’Amministrazione Comunale. Il ripristino dei parcheggi sul marciapiede deve tener conto delle esigenze di occupazione suolo, per salvaguardare le attività esistenti».

Infine, Trischitta affronta il tema della Tranvia, ipotizzando soluzioni alternative con la riduzione delle barriere esistenti che penalizzano la circolazione in importanti zone.

«In tutte le città dove c’è la tranvia – conclude il candidato sindaco – le automobili circolano nella medesima sede stradale. Basta che il tram viaggi a velocità ridotta. È mia intenzione estendere il percorso della linea tranviaria, da Giampilieri a Mortelle. Per quanto riguarda i bus per i croceristi in zona Duomo, la soluzione è nel Terminal croceristico che prevedo nella zona del Porto e dotato anche di una stazione per i pullman».

Tutte le iniziative previste nel programma di Trischitta, oltre a favorire la mobilità e viabilità, mirano a creare nuovi posti di lavoro: nel programma infatti si parla di circa 200 assunzioni.

 

 

(160)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *