SCADENZA PRIMA RATA IMU E TASI – CONFEDILIZIA MESSINA “ESTATE ROVENTE PER LE TASCHE DEI PROPRIETARI DI IMMOBILI!!”

logo arancio 1

SCADENZA PRIMA RATA IMU E TASI – CONFEDILIZIA MESSINA “ESTATE ROVENTE PER LE TASCHE DEI PROPRIETARI DI IMMOBILI!!”

Sempre più vicina la scadenza per il pagamento della prima rata di IMU e Tasi, fissata al 16 giugno 2015.

Per entrambe le imposte, il versamento della prima rata, pari al 50% dell’imposta dovuta per l’intero anno, va eseguito sulla base delle aliquote e delle detrazioni valide per il 2014, vale a dire la metà di quanto si è pagato nel 2014.

Il versamento della rata a saldo andrà eseguito, invece, entro il 16 dicembre 2015 sulla base delle delibere comunali che stabiliscono le aliquote da applicare e che dovranno essere pubblicate entro il 28 ottobre sul sito del Ministero Economia e Finanze, pena l’applicazione delle aliquote previste per il 2014.

Secondo una stima effettuata da Confedilizia, solo 1230 Comuni in tutta Italia hanno provveduto ad adottare le delibere comunali e, purtroppo per i contribuenti, in aumento rispetto all’anno precedente.

Tra i Comuni ritardatari se ne contano molti nella provincia di Messina; tutti probabilmente in attesa di conoscere quanto lo Stato stanzierà nel fondo perequativo, destinato a finanziare le detrazioni a favore delle famiglie numerose e delle fasce più deboli.

A variare da Comune in Comune è anche la suddivisione della TASI tra proprietario ed occupante: nella provincia di Messina il criterio adottato è dell’80% a carico del primo e del restante 20% a carico del secondo.

Per effettuare il versamento di IMU e TASI si può utilizzare il bollettino postale o anche il modello F24, con facoltà di compensare gli importi dovuti con eventuali altri crediti d’imposta.

In beffa alla previsione contenuta nella Legge n. 147 del 2013, si contano sulle dita di una mano i Comuni che hanno fornito ai cittadini modelli di pagamento preventivamente compilati.

Per ovviare a questa mancanza, a livello locale, Confedilizia Messina ha istituito un apposito sportello informativo, volto a fornire ai contribuenti chiarimenti in merito alle aliquote e detrazioni applicate a livello comunale ed assistenza per la compilazione di modelli di versamento e bollettini.

In attesa di conoscere le aliquote stabilite dai Comuni messinesi, Confedilizia Messina avverte: “non si può continuare a penalizzare la proprietà immobiliare; anzi, recenti studi hanno dimostrato come la qualità dei servizi e delle misure economiche adottate dai Comuni a favore della collettività non sia riconducibile ad una maggiore pressione fiscale, avendo essi raggiunto livelli qualitativi più alti proprio in quei Comuni virtuosi che hanno ridotto od in alcuni casi azzerato la Tasi e l’Imu”.

“Una Nazione che si tassa nella speranza di diventare prospera

è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico.”

Cit. Sir Wiston Churcill

 

Confedilizia Messina – Ufficio Stampa

(805)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *