UNIME. Due borse di studio in memoria di “Alessandro Panarello”

Foto dell'Università di Messina - unime

L’Università degli studi di Messina assegnerà due borse di studio in memoria del Dott. Alessandro Panarello, giovane magistrato scomparso in un incidente stradale nel 1993 in Thailandia. Le borse di studio, per l’importo di 1.000 euro ciascuna, hanno la durata di un anno e offrono l’occasione per approfondire temi di studio e di ricerca di diritto costituzionale.

A finanziarle, saranno i familiari di Alessandro con l’intento di premiare i migliori studenti della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina, dove lui stesso aveva conseguito i suoi studi.

Chi può partecipare

  • Studenti in possesso di diploma di laurea in Giurisprudenza – secondo il vecchio ordinamento 
  • Studenti in possesso di Laurea Specialistica o di laurea Magistrale in Giurisprudenza – secondo il nuovo ordinamento

I titoli di studio devono essere stati conseguiti presso il Dipartimento di  Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina nel triennio precedente la pubblicazione del bando, con il massimo dei voti e la lode accademica e tesi in diritto costituzionale.

I requisiti per poter partecipare al concorso  sono indicati nel bando consultabile sul sito di Ateneo al link  http://www.unime.it/ateneo/_albo.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate all’Università degli Studi di Messina, presso l’Unità Operativa Assegni di Ricerca e Dottorati di Ricerca a Piazza Pugliatti, entro giorno 15 febbraio 2018. Le borse verranno consegnate nell’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza.

 

(42)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *