Potenziamento Seziona Annona. SilPol: “Amministrazione decida quali sono le priorità”

polizia-municipale

Dieci agenti della Polizia Municipale in più a disposizione del nucleo Annona e Mercati sotto la direzione del commissario Pietro Villarà. Questi, insieme ai colleghi  dovranno occuparsi del controllo dei mercatini bisettimanali e alimentari.

E’ questa la risposta alle richieste dei commercianti che lunedì avevano incontrato il presidente consiglio comunale, Emilia Barrile. e l’assessore al ramo, Patrizia Panarello, per manifestare tutta una serie di problematiche.

Ma, quella che sembra una soluzione per i commercianti, si è rivelata una sorpresa per il Silpol (Sindacato  Italiano  Lavoratori  Polizia  Locale), che pare abbia appreso solo dalla stampa della decisione dell’Amministrazione.

E’ indirizzata, tra gli altri, al sindaco, Renato Accorinti, al presidente del consiglio comunale, Emilia Barrile, al comandate della Polizia Municipale, Calogero Ferlisi, la missiva del segretario provinciale del Silpol, Giuseppe Gemellaro.

“Abbiamo appreso dalla stampa e non è una novità – scrive Gemellaro -, che la Sezione Annona della Polizia Municipale verrà rinforzata con dieci unità su precisa determinazione del Sindaco”.

“Fuori dalle ovvie considerazioni sulle carenze di organico della Polizia Municipale – continua -, che ormai siamo stanchi di rammentare, tuttavia alcune considerazioni riteniamo doveroso farle per richiamare alla memoria anche il percorso di questa Amministrazione rispetto alla Polizia Municipale”.

“Nulla da eccepire rispetto all’indirizzo del Sindaco – aggiunge -. Rientra nelle sue attribuzioni, ma stranisce che abbia determinato il numero di unità da trasferire che è compito prettamente gestionale, affidato al dirigente, il quale pianifica l’impiego del personale per il raggiungimento degli obiettivi”.

“Probabilmente – scrive il segretario Silpol – è da ricondursi al fatto che quest’ultimo è dimissionario, come tutti sanno e quindi si sia di fatto sostituito a lui. Avrà forse il significato che il sindaco si riprende a cuore le sorti della Polizia Municipale, ma non aveva delegato l’Ass. Cacciola proprio per affrontare con più attenzione  questi delicati problemi? E non abbiamo invece verificato che quest’ultimo fino ad ora non si è curato mai di instaurare alcun tipo di relazione costruttiva oltre che pianificare e pretendere?”

“Forse in tal senso – continua -, giova richiamare gli annunci su istituende task-force  da parte dello stesso Ass. Cacciola e poi dell’Ass. Ialacqua e anche dell’Ass. Panarello, tutti convinti di poter grattare un barile già esaurito senza avere cura di documentarsi nei fatti sullo stato di funzionalità del Corpo anche per responsabilità evidentemente di chi è preposto a rappresentarlo con numeri e impieghi”.

Si chiede come si vorrà procedere: “Probabilmente ci si baserà sull’eventuale passaggio dei vigili provinciali o si chiederà collaborazione agli ausiliari del traffico o ad altri tenuto conto che siamo al centro del periodo feriale e, conseguentemente con numeri ancora più ridotti. Probabilmente dette unità si preleveranno dalla viabilità in considerazione dell’immissione “delle nuove forze”, oppure dal personale che partecipa a “Mare Sicuro” che ha efficacemente operato qualche giorno fa a tutela della sicurezza dei cittadini, oppure dal servizio giornaliero rivolto ai migranti oppure da uno dei tanti servizi “superflui” se rapportati all’esigenza ultima che si manifesta”.

“Constatiamo, con amarezza, che nonostante abbiamo, con tutte le Amministrazioni che si sono succedute rappresentato i problemi del nostro lavoro, senza alcun fine speculativo perchè rendiamo da sempre servizi limitando fortemente anche la nostra vita di relazione per assicurare continuità di funzioni, nell’arco delle 24 ore, 365 giorni l’anno, dobbiamo registrare – dichiara Gemellaro – la superficialità ti talune azioni che, pur se motivate da giusti principi, cozzano inspiegabilmente con i soliti ed atavici problemi strutturali che in questa città rappresentano l’emergenza mai risolta”.

“L’Amministrazione – conclude – scelga in modo chiaro quali sono le sue priorità’”.

(187)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *