Cgil “in festa”: lavoro, coesione e sviluppo. Tre giorni di appuntamenti in Fiera


Cgilfesta2“Piazze del Lavoro”, è questo lo slogan scelto dalla Cgil di Messina per la terza edizione della sua Festa, che si terrà in tre zone diverse e in tre diverse date. Il motto scelto intende sottolineare come la Festa sia un’occasione di incontro e confronto tra il sindacato e il territorio, i lavoratori, i giovani, per fare conoscenza e parlare, confrontarsi sui temi del momento e individuare insieme strategie e proposte.

Il primo appuntamento è a Messina, nell’area ex Fiera, giovedì 4, venerdì 5, sabato 6 luglio. Il secondo sarà a Milazzo nell’area della Marina Garibaldi l’11 e il 12 luglio. Il terzo e ultimo appuntamento sarà a Capo d’Orlando, nell’isola pedonale di piazza Matteotti.

Confermata la formula delle scorse edizioni con i dibattiti sui temi di attualità con personalità del sindacato, delle istituzioni, dell’imprenditoria, dell’associazionismo, la presentazione dei libri, la musica e gli spettacoli la sera, gli stand gastronomici, di artigianato locale, di libri e i Laboratori creativi pomeridiani gratuiti per i bambini.

A Messina giovedì 4 la Festa, che apre tutti i giorni alle 17.00 con ingresso gratuito, verrà formalmente inaugurata alle 18.00 con “La parola alle vertenze locali: le storie delle crisi aziendali e di lavoro di questi anni raccontate dai lavoratori”. A seguire il dibattito sul futuro di Messina e la Sicilia che vedrà a confronto, moderati dal giornalista della Gazzetta del Sud Piero Orteca, il nuovo sindaco di Messina, Renato Accorinti; con il presidente della Regione Rosario Crocetta; il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro; il presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante; l’assessore regionale al bilancio, Luca Bianchi; il segretario generale della Cgil di Messina, Lillo Oceano.

La serata proseguirà con la musica degli Aventi e con il contributo straordinario del cantautore siciliano, Mario Venuti che si esibirà gratuitamente sul palco centrale della Fiera.

Venerdì 5 , il programma prevede la presentazione con l’autore, Mario Vavassori, del libro edito da Chiarelettere, Senza Soldi, un’interessante analisi ricca di dati e riflessioni sulle crescenti differenze tra lavoratori stabili e precari, operai e impiegati e dirigenti, nell’Italia e nell’Europa della crisi. A seguire il ministro della Funzione pubblica, Gianpiero D’Alia, si confronterà con la Segretaria generale della Funzione pubblica, Rossana Dettori. Il dibattito verrà moderato da Emma Berti di Radio art.1. In serata seguirà la musica del gruppo messinese Boo d’Acis e de La stanza della nonna.

Sabato 6 luglio, alle 18.00, si parlerà di “Antimafia e dell’uso sociale dei beni confiscati alla mafia” con i rappresentanti di Addiopizzo Messina, Catania, Palermo, il Coordinatore di Libera in Sicilia e esponenti della Cgil di Messina. Seguirà Vertenza in musica, selezione di brani eseguiti da componenti dell’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele. Quindi il giornalista Luca Telese intervisterà, sul Palco centrale della Festa, il Segretario generale della Cgil che torna nuovamente a Messina, Susanna Camusso. La serata si concluderà sulle note degli anni ’60 con i balli, le canzoni e la musica del gruppo Di Tutto

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *