All’ITT Majorana di Milazzo lezione magistrale di Salvatore Cuzzocrea

salvatore cuzzocreaNell’aula magna dell’ITT Ettore Majorana di Milazzo, il prof. Salvatore Cuzzocrea, ordinario di Farmacologia e prorettore dell’Università degli Studi di Messina, ha tenuto la conferenza “Dal vitro al vivo: quali le nuove strategie terapeutiche nel controllo della neuroinfiammazione e neurodegenerazione”, alla presenza delle classi dell’indirizzo Chimica e biotecnologie sanitarie.
Scopo dell’iniziativa la conoscenza dei vasti orizzonti scientifici, nella fattispecie biosanitari, che si aprono innanzi agli studenti a conclusione del quinquennio. Ai campi della diagnostica e della terapia si è pertanto affiancato quello, altrettanto impegnativo ed essenziale, della ricerca. Le speranze in merito alla prevenzione e alla cura di determinate patologie sono legate di fatto al lavoro svolto dai ricercatori del sistema sanitario, cui nell’occasione ha rivolto i ringraziamenti il dirigente scolastico del Majorana, Stello Vadalà: “È prezioso – ha detto – l’impegno di medici e ricercatori e va loro tutta la mia ammirazione. Quest’oggi, poi, sono orgoglioso di aver offerto ai miei studenti la possibilità di ascoltare la lezione magistrale del prof. Cuzzocrea, esempio di dedizione e amore per la ricerca”.
Il prorettore ha elencato dapprima i fattori di rischio di neurodegenerazione e euroinfiammazioni, poi ha dissertato sul morbo Alzheimer, le cui cure comportano costi assai elevati e per la prevenzione del quale manca inoltre un biomarcatore. Qui subentrerebbe la ricerca, con l’utilizzo di una sostanza endogena in grado di agire sui ricettori nucleari e di svolgere un’azione analgesica e antinfiammatoria.
Tra le altre patologie passate in rassegna, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla e i danni cerebrali.
Grande attenzione da parte degli studenti, cui peraltro il prof. Cuzzocrea ha destinato messaggi importanti con quella chiarezza espositiva adatta a una platea tanto giovane.

(403)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *