Quanto stupore, a Messina, per quelle poltroncine rosse

maregrosso degradoIl giallo delle poltroncine rosse. C’è qualcosa di nuovo, oggi, di cui parlare a Messina: il caso delle poltroncine rosse. Un centinaio, dicono, ma difficile le abbiano contate , abbandonate sulla spiaggia di Maregrosso.
Di un teatro, di un Cinema ( e qui il sospetto è che appartengano al ‘defunto’ Cine Capitol ( quello che di rosso aveva certamente il genere di proiezioni), fatto è che qualcuno ce le ha messe, lì su quell’arenile non certo ‘immacolato’.

rifiuti pistuninaLordume su lordume, vinile o pelle su eternit, rifiuti vari sul gommato delle ruote da camion, è il festival dell’abbandono di variegato materiale, eppure oggi, con l’intrusione delle nuove arrivate ( 100 poltroncine rosse) Messina si tinge di rosso. E si vergogna.
O meglio, Messina intima vergogna a chi se n’è disfatto con tanto ardire.
“Come si può?” S’interrogano indignati i messinesi su Facebook ( social, vero e unico ‘ritrovo’, causa, più della crisi in atto, della chiusura di più reali luoghi di ‘mummuriamento’).  Come si può che? Scusate.

Come si può abbandonare in una pubblica discarica, anche se non ufficialmente riconosciuta come tale, un centinaio di poltrone che, al di là delle terga che hanno accolto e di eventuali altre sostanze organiche ( se accertata la sospetta provenienza) sono certamente meno putride del tanto altro che abbonda sulla spiaggia di Maregrosso?

Ma davvero vi stupisce che in questa città si arrivi a tanto, quando quel tanto è da tempo superato?

erbacceMa guardatele le nostre strade, sporche, colme di erbacce che fanno siepe, cacche di cani che impongono lo slalom al pedone, barboni che dormono in terra, su giacigli improvvisati, cassonetti rotti che, stracolmi o vuoti che siano fanno schifo solo a vederli a bordo via. E mobili, elettrodomestici, materassi lasciati sui marciapiedi, tombini intasati, topi tipo marmotte, scarafaggi. Tutto questo nel cuore della città.

E poi vi stupite se in un’area da anni simbolo di degrado, sopravvissuto a decine di amministrazioni, un ‘messinese purosangue’ abbandona poltroncine rosse?

Ce l’abbiamo nel Dna l’inciviltà, come la capacità di ‘mummuriare’ ( mormorare ), l’indulgere alla reprimenda,l’additare sdegnati, sono congeniti nell’abitante dello Stretto. Prendiamone atto,  come dovere sociale. Almeno questo.

Patrizia Vita

(2295)

4 Comments

  • Anonimo scrive:

    L’abbinamento spazzatura-barbone é degno del peggior giornalista di quarta categoria di cui stampa abbia memoria.

    • Redazione scrive:

      Il non firmare un commento così ignorante, oltre che vigliacco, mostra quanto tanto occorrerebbe perchè Messina posse diventare città ‘normale’. L’accostamento tra la spazzatura e il barbone ( che dorme in strada su cartone o vecchia coperta) è simbolo del degrado, non di affinità di genere. C A P I T O ??? Allarghi la sua mente, ANONIMO, e soprattutto trovi il coraggio di mettere il nome in quello che scrive.

      Patrizia Vita

  • antonio r scrive:

    E’ stata commessa un’infrazione che, come tutte le altre citate, se individuati i responsabili va sanzionata in modo adeguato. Assolutamente d’accordo sull’inutilità di sdegno, urla e mormoramenti di chi, con il cellulare sempre in mano, suppone di avere la verità e pensa che la colpa sia sempre degli altri.

  • Ser scrive:

    Allora…da dove cominciamo è tardi ho lavorato e mi sono anche allenato sulla passeggiata a mare, che…sembra più pulita senza accampamenti vari …ma fortemente triste di illuminazione anni prima brillava molto di più, la sera oggi chi corre chi passeggia e altro… deve necessariamente rendersi visibile per vari motivi anche di incolumità !!! Detto ciò a chi interessa rendo onore a Patrizia Vita che sottolineo non conosco ma che ha saputo esprimere con dovere e dovizia il degrado sovrano che incombe da anni in tal zona, autorità assenti, e ci scandalizziamo per un centinaio di poltroncine ma daje, inoltre all’ anonimo dico…carissimo il silenzio spesso è d’ oro !!! Buon lavoro a tutti voi e mi auguro che le autorità pongano attenzione al perdurare dello scempio della questione !!! Mi vergogno da Messinese !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *