Il cyberbullismo al centro dell’incontro di domani tra studenti e Polizia Postale

polizia-postaleDomani, in occasione del Safer Internet Day 2017, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione col Ministero dell’Istruzione, terrà un incontro con gli alunni dell’Istituto Compresivo “Giovanni XXIII- Villaggio Aldisio”, per discutere sul tema del cyberbullismo. Il workshop  si svolgerà in contemporanea nelle scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. Slogan della giornata: “Sii il cambiamento, uniti per un internet migliore”.

“L’obiettivo delle attività di formazione – si legge nel comunicato della Questura di Messina- è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri. La formazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della Polizia di Stato e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, della Università e della Ricerca è assolutamente determinante. Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet – ormai celebrata in oltre 100 paesi e da quest’anno anche giornata nazionale sul bullismo e cyberbullismo –  sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori a un uso sicuro consapevole e responsabile della rete. Le statistiche dell’attività svolta dal Compartimento lo scorso anno confermano l’alta attenzione verso i crimini on-line: 3 persone arrestate e 21 denunciate per pedopornografia, con 5000 spazi virtuali monitorati; 581 siti monitorati e 11 persone denunciate per cyber terrorismo; 13 persone arrestate e 95 persone denunciate in materia di scommesse on-Line; mentre per sex extorsion, molestie, minacce, diffamazione e cyberstalking sono state denunciate 48 persone.”

 

(77)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *