I sindacati: «Niente stipendi per i forestali messinesi». Giovedì protesta a Palermo

forestalecorpoI Segretari Provinciali della Fai Cisl, della Flai Cgil, Uila Uil, rispettivamente Calogero Cipriano, Giovanni Mastroeni e Salvatore Orlando, denunciano la situazione che si è venuta a creare nel settore dei forestali messinesi. I segretari provinciali segnalano che ai lavoratori non sono stati ancora pagati  gli stipendi del mese di Novembre e Dicembre 2012 sia a quelli a tempo determinato e indeterminato sia all’Azienda Foreste Demaniali come allo stesso Ispettorato Forestale Antincendio. «Tale problematica ha assunto caratteristiche negative in considerazione della comunicazione fatta circa 10 giorni fa dell’arrivo delle risorse nella nostra Provincia per pagare i forestali messinesi — spiegano Cipriano, Mastroeni e Orlando —. Ci è stato comunicato che ancora da Palermo non sono arrivate le risorse economiche necessarie per pagare gli stipendi dei forestali. La cosa assume caratteristiche estremamente drammatiche visto che in altre provincie, già da giorni, gli stessi lavoratori forestali hanno ricevuto gli stipendi creando di fatto una situazione discriminante verso la provincia di Messina e i propri lavoratori». «Le Segreterie Regionali — continuano —, oggi, stanno intervenendo sulle strutture regionali dell’Azienda e dell’Ispettorato Forestale e anche sugli Assessorati Regionali Agricoltura e Territorio Ambiente, per superare tale situazione di discriminazione esistente all’interno del territorio siciliano e sbloccare finalmente anche per la provincia di Messina le risorse che consentiranno in tempi rapidissimi ai forestali di poter ricevere gli stipendi del 2012». I Segretari Provinciali Cipriano, Mastroeni e Orlando, informano che le Segreterie Regionali di Fai, Flai e Uila hanno programmato una serie di iniziative, a partire da giovedì 14 marzo, alle 9.00, momento in cui i lavoratori forestali siciliani si daranno appuntamento davanti alla sede della Presidenza della Regione per chiedere un incontro con il Presidente, Rosario Crocetta, che affronti la programmazione dell’anno 2013, potendo prevedere in tempi rapidi l’avviamento dei lavoratori forestali nella regione. Cipriano, Mastroeni e Orldano ribadiscono come non è ripetibile la stagione forestale 2012 che ha visto il non rispetto dell’accordo sindacale del 2009 oltre una programmazione delle giornate di lavoro non continua che ha creato gravi disagi agli stessi lavoratori. «Il 2013 — concludono — deve essere l’anno in cui si può finalmente trasformare l’accordo sindacale del 2009 in legge della Regione Siciliana potendo affrontare in maniera diversa la politica del settore». E inoltre chiedono alla Prefettura di Messina di svolgere il proprio ruolo attivo nei confronti degli Assessori competenti e della stessa Presidenza della Regione, affinché vengano superati gli ostacoli che non hanno portato allo sblocco delle risorse necessarie per il pagamento degli stipendi del 2012 e l’avvio dell’attività 2013. 

(50)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *