Ente Parco Nebrodi. Il Tribunale del Lavoro dà ragione ai precari “declassati”

fpcgilNei giorni scorsi il tribunale del lavoro ha dato ragione ai lavoratori precari impiegati nell’Ente parco Nebrodi, che appoggiandosi all’avvocato Carmelina Amata, convenzionata con la Cgil, sono riusciti a far valere le proprie ragioni rispetto all’inquadramento contrattuale stabilito dall’Ente. Diverse unità di personale hanno infatti vista abbassata la propria qualifica con un inquadramento contrattuale A, pur essendo stati assunti come B; così come coloro che sono stati assunti in categoria C, sono stati “declassati” a B. Secondo quanto stabilito da due giudici del tribunale del lavoro chiamati a valutare due diversi casi in cui i dipendenti precari in fase si rinnovo contrattuale sono stati protagonisti di un inatteso abbassamento di livello, «l’Ente Parco avrebbe dovuto limitarsi ad attuare una semplice integrazione oraria posto che il rapporto di lavoro in essere era già stato oggetto di reiterata contrattualizzazione per l’espletamento delle medesime mansioni costantemente riconducibili (nello specifico), alla categoria B».  

Di fronte a tale successo, la Fp Cgil intende valutare l’ipotesi di proporre ricorsi analoghi anche per tutti i precari in servizio negli enti regionali che si sono visti abbassare il loro livello contrattuale.

(104)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *