edipower

È ancora protesta per i lavoratori Edipower: «Si parla di riconversione, ma il progetto?»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

edipowerAnche stamattina, alle 6.30, i lavoratori della centrale termoelettrica Edipower di San Filippo del Mela e quelli delle aziende dell’indotto si sono uniti per protestare ai cancelli dell’impianto. Per Filctem Cgil, Flaei Cisl, Uiltec Uil «l’azienda conferma la prossima chiusura del sito e dice che solo la riconversione potrebbe scongiurarla ma allo stesso tempo si ostina a non presentare nel dettaglio nemmeno ai sindacati il  progetto che dovrebbe determinarla».

«Le istituzioni – osservano i sindacati – anziché pretendere finalmente da Edipower chiarezza sulla salvaguardia dell’impianto, esercitando così il loro ruolo di mediazione, si limitano ad attendere la presentazione del progetto facendo intendere che non andranno oltre la semplice verifica dello stesso».
«Una pericolosa situazione di impasse e confusione – denunciano i sindacati – che si consuma però in un territorio che ancora attende gli interventi di bonifica ambientale e dove lavoratori e cittadinanza vengono abbandonati agli effetti di una vergognosa e strumentale propaganda che tende addirittura a confondere un impianto a Css con un inceneritore, alimentando inopportune paure e contrapposizioni».

Senza risposte e senza un confronto con tutti i soggetti che indichi soluzioni e tempi – fanno sapere ancora Filctem-Cgil Flaei-Cisl Uiltec-Uil – la protesta è purtroppo destinata a proseguire  e ad acuirsi interessando ambiti esterni alla centrale.

(119)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.