Contrattisti del Comune: in arrivo nuovo bando, ma i sindacati non ne sanno niente

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Secondo indiscrezioni un nuovo bando per la stabilizzazione dei precari “contrattisti”del Comune sarebbe sul punto di essere pubblicato, ma i sindacati non ne  sono stati messi al corrente. Sull’argomento interviene con una nota la Uil Fpl, che scrive al Sindaco e al direttore generale Antonino Le Donne:

“Ci corre l’obbligo, ancora una volta,  lanciare il grido di allarme del personale contrattista in merito ad indiscrezioni che girano nei corridoi di Palazzo Zanca sull’imminente pubblicazione del bando di concorso mirante alla stabilizzazione del personale di categoria C e D a 11 ore- scrivono il segretario generale della UIl Fpl Pippo Calapai, il responsabile provinciale Fabrizio Nicosia e il segretario aziendale Emilio Di Stefano- e come era immaginabile, tali indiscrezioni stanno generando apprensione tra i dipendenti interessati mettendo, come già avvenuto in passato, gli uni contro gli altri. Tutto questo solo perché l’Amministrazione non adempie a quanto dettato dalla normativa in materia di informazione ai Sindacati che, ricordiamo, hanno da sempre avuto il ruolo sociale di rappresentare e garantire ai lavoratori le giuste misure che riguardano il loro futuro lavorativo”.

I sindacalisti  aggiungono: “Rimaniamo ancora stupiti del dato di fatto che, ad oggi, nulla al riguardo è stato inviato al nostro sindacato, con particolare riferimento al provvedimento relativo al fabbisogno del personale triennale 2016/2018, documento propedeutico per poter procedere alla stabilizzazione del personale precario, alla ricontrattualizzazione del personale già stabilizzato a 16 ore, nonché all’indizione dei concorsi pubblici per gli avanzamenti di carriera del personale interno.  Invitiamo l’Ente – concludono – a voler trasmettere ed attivare le previste procedure sindacali in merito ad eventuali proposte di provvedimenti che riguardano i lavoratori tutti, in forza di quanto previsto dall’art. 6 del D.lgs 165/2001 nonché di quanto dettato dai C.C.N.L. vigenti”.

(138)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.