CSA MESSINA

Caos viabilità e mancata integrazione oraria contrattisti. Cas: «In vista scioperi e assemblee»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

CSA  MESSINAEmergenza traffico mancata integrazione  oraria dei 50 contrattisti in servizio nel Corpo di Polizia Municipale sono stati i temi al centro dell’assemblea dei contrattisti in servizio nella P.M. organizzata dal  Csa, il sindacato del Corpo di Polizia Municipale con il più alto numero di  iscritti.

«La città — si legge in una nota della sigla sindacale — è sempre più ostaggio del traffico veicolare e l’Amministrazione Comunale cosa fa? Riduce il numero dei Vigili sulle strade! In questo, infatti, si traduce la mancata integrazione oraria dei 50 contrattisti, pur in presenza di precise norme che consentono agli enti di prevedere aumenti di spesa in deroga ai vincoli finanziari esclusivamente nei settori della Polizia Municipale, Servizi Sociali e Pubblica Istruzione».

Oltre alla questione strettamente legata alle necessità dei lavoratori (definitivo consolidamento dell’orario; mancata liquidazione del salario accessorio; avvio delle procedure per la stabilizzazione) il Csa si batte per  «cercare di portare la città ad accettabili livelli di vivibilità attraverso un maggiore controllo delle zone più soggette a diffuse forme di illegalità (parcheggi, abusivismo, ambulantato, ecc.)».

Il sindacato lamenta il «disinteresse dell’Amministrazione Accorinti» che «dietro la bandiera del  principio “o tutti o nessuno” non intende avvalersi delle possibilità che la legge offre per  intervenire, nell’immediato, in settori nevralgici della vita della città».

«Avendo già da tempo, proclamato lo stato di agitazione del personale — conclude la nota —, in caso di  mancato riscontro immediato da parte dell’Amministrazione, il Csa si vedrà costretto a proclamare  articolati scioperi e assemblee del settore».  

(69)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.