fpcgil

Assemblea Fp Cgil alla Provincia: i lavoratori chiedono il ripristino della busta paga

Pubblicato il alle

3' min di lettura

fpcgilL’assemblea indetta dalla Fp Cgil, che si è tenuta nei giorni scorsi alla provincia Regionale, ha registrato una grande partecipazione. «I lavoratori hanno espresso forti preoccupazioni in merito alla situazione finanziaria della Provincia, nonché le ultime decisioni in materia di trattamento accessorio per tutto il personale dipendente — dichiara Francesco Fucile, coordinatore Enti Locali per la Fp Cgil —  vedono fortemente preoccupati tutti i dipendenti e convinti che solo attraverso un’iniziativa comune per tutti gli istituti da trattare si possa chiudere un accordo che tenga in considerazione tutto il personale». La mancata erogazione mensile del Fir e la mancata previsione nella proposta di C.C.D.I. 2013 degli istituti del rischio e del disagio per molte categorie professionali ha di fatto ridotto il salario mensile della maggior parte dei dipendenti per valori che vanno dai 50 agli 80 euro mensili. L’assemblea all’unanimità  ha chiesto che ogni trattativa con l’amministrazione vada subordinata al ripristino in busta paga di quanto i dipendenti hanno avuto sottratto. «La difficoltà in cui versano i dipendenti pubblici — sottolineano dal sindacato —, e in particolare i dipendenti della Provincia Regionale, obbliga tutti ad avere come obiettivo il ripristino del salario accessorio individuale in godimento nel 2012 anche se per raggiungere tale obiettivo si dovessero modificare alcuni  istituti contrattuali attribuiti a pochi dipendenti». «Se le notizie che ci giungono sul Fir — continuano — dovessero essere fondate, ovvero di una sostanziale riduzione dell’importo mensile, è necessario che si trovino le risorse per incrementare il salario di produttività mensile in godimento al personale dipendente. La mancata liquidazione del saldo F.i.r. 2012 è di una gravità inaudita, tenuto conto della mancanza assoluta di comunicazione alle Oo.Ss. su quanto è stato deciso». La Fp Cgil, pertanto, ritiene che prioritariamente si debba procedere: liquidazione del saldo F.i.r. 2012 in quanto regolarmente disciplinato nel C.C.D.I. 2012 e vistato conformemente dal Collegio dei Revisori; avvio delle trattative congiuntamente su C.C.D.I. 2013 e Criteri pesatura e incarico Posizioni Organizzative; incremento del salario di produttività individuale al fine di compensare le minori risorse erogate per F.i.r. 2013 e istituti del rischio e disagio non erogati.

Particolare attenzione durante l’Assemblea è stata posta alla stabilizzazione del personale contrattista. «I precari hanno firmato gli atti di diffida e di messa in mora dell’Amministrazione Ricevuto. Chiediamo — dichiarano  Clara Crocè, Segretario Generale della Fp Cgil, e Tiziana Ruggeri, responsabile precariato — l’immediata predisposizione del piano di fuoriuscita e la richiesta di finanziamento alla Regione». In caso di mancato riscontro  entro 10 giorni, lavoratori e sindacato prenderanno le vie legali per chiedere un eventuale riconoscimento del danno provocato.

(134)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.