Ancora topi al Tribunale di Messina: dipendenti in rivolta – FOTO

topi al tribunale di messina - foto 01 dipendenti in protestaIl problema dei topi al Tribunale di Messina non è stato risolto. Dipendenti di Palazzo Piacentini in rivolta: vogliono risposte chiare e interventi risolutivi.

A poco più di due settimane dall’allarme lanciato dai dipendenti e dai sindacati la situazione sembra, addirittura, essersi aggravata.

topi al tribunale di messina - foto 02 dipendenti in protestaImpiegati del Tribunale di Messina, avvocati e tutto il personale amministrativo convivono con la paura di poter trovare un topo vagare fra i corridoi o, come purtroppo già successo, escrementi o carcasse degli “ospiti indesiderati” negli armadi o fra i fascicoli.

Sembrerebbe che una derattizzazione parziale sia stata eseguita nei giorni scorsi ma questo non ha risolto l’inconveniente: i topi non sono spariti e alcuni dipendenti hanno dovuto, peraltro, fare i conti con le carcasse di qualcuno degli animali colpito dall’intervento.

Ecco quanto si legge nella nota, pronta per essere inviata al Ministero, sottoscritta da dipendenti del Tribunale di Messina e avvocati che sono costretti a fronteggiare il grave problema igienico: «Un’emergenza come quella attuale non nasce all’improvviso ma è frutto di carenze progettuali ed operative a tutti i livelli, dall’assoluta mancanza di misure di contenimento all’inesistenza di piani di controllo».

E ancora: «L’intera questione di controllo dei roditori ha obbedito, da anni, esclusivamente a criteri di contenimento della spesa che, in assenza di adeguata valutazione qualitativa, finisce per essere, di fatto, uno spreco di denaro e tempo».

Per un fattore economico sembrerebbe, dunque, si scelga di mettere a rischio l’igiene e la sicurezza delle migliaia di persone, fra dipendenti avvocati e visitatori, che quotidianamente frequentano il Tribunale di Messina.

Un degrado assolutamente inaccettabile per il quale si richiedono soluzioni concrete: «Ci si augura una completa revisione degli interventi, ora necessari ed urgenti. Auspicando che gli Organi incaricati a gestire tale emergenza  valutino attentamente ed oggettivamente la competenza delle imprese specializzate alle quali si rivolgeranno per gli interventi di derattizzazione, attuando su queste ultime un rigido controllo sul lavoro svolto».

Le foto nell’articolo sono state scattate dai dipendenti del Tribunale

(1751)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *