Sfuggiti all’operazione “Viaggi Sicuri”: i Carabinieri arrestano i 2 ricercati

Pubblicato il alle

2' min di lettura

ARENA GIUSEPPEBUSA GIUSEPPERintracciati dai Carabinieri di Messina Sud i due uomini sfuggiti alla cattura durante l’operazione “Viaggi sicuri” effettuata, lo scorso 4 Aprile, dalla Squadra Mobile di Messina, durante la quale sono state arrestate 4 persone. L’operazione antidroga portata a termine dalla Squadra Mobile riguardava il traffico di eroina sull’asse Messina-Bologna. Un blitz scattato nella tarda mattinata di Sabato ha portato all’arresto di altre quattro persone, tra cui due donne ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, evasione e favoreggiamento personale. Nel corso di un controllo effettuato in un’abitazione di Villagio Aldisio, i Militari dell’Arma hanno rintracciato i due individui, rispettivamente un 36enne e un 41enne, che si erano dati alla fuga e risultavano attualmente ricercati. All’interno dell’appartamento oltre ai due soggetti destinatari del provvedimento di custodia cautelare, si trovavano anche due donne, una delle quali proprietaria dell’alloggio. Per i due ricercati, Giuseppe Arena, 36 anni, già noto alla Forze dell’Ordine, sottoposto agli arresti domiciliari e resosi irreperibile nei primi giorni del mese di aprile 2013, e Giuseppe Busà, 41 anni, anch’egli noto alle Forze dell’Ordine, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, entrambi messinesi, sono scattate le manette in quanto ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Per Arena è scattato anche l’arresto in flagranza per il reato di evasione. Per le due donne, invece, Cristina Morabito, 36 anni, incensurata, e Antonella Cariolo, 33 anni, già nota alle Forze dell’Ordine, entrambe messinesi, sono scattate le manette perché responsabili di favoreggiamento personale. I due uomini sono stati condotti al carcere di Gazzi mentre le due donne sono state sottoposte agli arresti domiciliari.

 

Nelle foto: Giuseppe Arena e Giuseppe Busà

(81)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.