Ruba un’auto insieme al figlio minorenne. Arrestati entrambi dai Carabinieri

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Pensavano di allontanarsi con un ‘autovettura appena rubata, ma sono stati immediatamente bloccati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile e arrestati per furto aggravato. E così stato stroncato sul nascere il furto che padre e figlio, di cui due srilankesi si sono resi protagonisti la notte scorsa.

Erano quasi le 2 quando i Carabinieri hanno notato all’incrocio tra viale Gazzi e via Catania, due uomini uno alla guida di una moto e l’altro alla guida di una  Fiat Uno. Insospettiti dall’atteggiamento del conducente della moto,  che percorreva la strada  a fianco dell’autovettura, i militari hanno fermato i  conducenti, successivamente identificati in due cittadini dello Sry Lanka, padre e il figlio minorenne.

I militari hanno notato che l’autovettura presentava chiari segni di effrazione sia allo sportello lato guida che al blocco di accensione, sul quale non era inserita alcuna chiave. E i sospetti degli agenti hanno trovato immediata conferma, dato che i due uomini portavano con loro dei veri e propria arnesi da scasso, ovvero un cacciavite e uno spadino, evidente usati per scassinare la macchina.

Pertanto , i Carabinieri hanno rintracciato la proprietaria dell’utilitaria, una donna messinese, che non si era resa conto del furto e che stamani avrebbe avuto una sgradita sorpresa

I due ladri sono stati così dichiarati in stato di arresto per furto aggravato in concorso e messi a disposizione della Procura ordinaria e di quella per i minorenni. Il mezzo è stato, invece,  restituito alla proprietaria e gli attrezzi da scasso sono stati sequestrati.

 

 

 

(597)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.