Rimossa la tenda di via Cannizzaro: urla, spintoni e due arresti

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Scene di ordinaria follia questa mattina in via Tommaso Cannizzaro. Polizia Municipale e Carabinieri sono infatti intervenuti per sgomberare l’aiuola di fronte l’Università dalla ormai nota tenda allestita da più di una settimana da una donna evidentemente disagiata. Non è stato facile per gli agenti smontare quell’improvvisato bivacco: alcuni ragazzi del “Pinelli” hanno infatti ostacolato le operazioni di sgombero, schierandosi a supporto del senzatetto. In poco tempo gli animi si sono surriscaldati, spintoni e minacce hanno preceduto brevi tafferugli tra i manifestanti e le forze dell’ordine.

Un vigile ha addirittura riportato lievi ferite durante le fasi di distruzione dell’accampamento. Un uomo e una donna  sono inoltre stati denunciati per minacce e  resistenza a pubblico ufficiale e trasferiti alla caserma “Maio” della Polizia Municipale. Per i due il sostituto procuratore Federica Rende ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima fissato per mercoledì mattina.

Il quadro offerto da quel piccolo spazio verde posto in una delle vie più importanti della città era ormai divenuto intollerabile. La scorsa notte, infatti, gli attivisti del “Pinelli” avevano piazzato un’altra tenda accanto a quella della donna, trascorrendo diverse ore nell’aiuola trasformata in area attrezzata per campeggio.

L’auspicio è che il teatrino di questa mattina sia l’ultimo atto di una storia ai limiti dell’assurdo che evidenzia alla perfezione lo squallore dilagante in città.

 

(1834)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.