Milazzo. Militare muore in mare dopo aver salvato la vita ad un ragazzo

È stato ritrovato questa mattina, a largo di Milazzo, il corpo senza vita di Aurelio Visalli: il secondo capo della Guardia Costiera di Milazzo, disperso in mare da ieri pomeriggio. Il militare aveva salvato un quindicenne che stava annegando e una seconda persona in difficoltà.

Il corpo del sottufficiale eroe, che ha perso la vita a 40 anni per salvare quella di altre due persone, è stato trasportato fino al porto e da qui trasferito all’obitorio dell’ospedale di Milazzo.

«Abbiamo ritenuto doveroso, per rispetto di Aurelio e della sua famiglia, sospendere la visita del ministro Luigi Di Maio che era prevista per oggi a Milazzo». Scrive la senatrice M5s, Barbara Floridia su Facebook, dopo la notizia del ritrovamento di Aurelio Visalli.

«Non vorremmo mai leggere notizie di questo tipo. La morte del sottufficiale della Guardia Costiera, Aurelio Visalli, che ieri si è buttato in mare a Milazzo, in provincia di Messina, per mettere in salvo due giovani in difficoltà tra le onde, ci addolora immensamente e ci riempie di profonda tristezza.
Il cordoglio di Forza Italia alla famiglia e alla marina militare, per la prematura scomparsa di un vero e proprio eroe.
Un ragazzo di 40 anni, padre di due figli, che, da servitore dello Stato, ha agito per il bene della collettività, onorando fino in fondo la sua divisa».  Così Matilde Siracusano, deputata messinese di Forza Italia.

(252)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *