Messina. Sequestrati cocaina, crack e 3.575 euro in contanti: in carcere 33enne

Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente il 33enne arrestato dalla Polizia di Stato a Fondo Fucile, a Messina. L’uomo è stato visto uscire dall’appartamento di un pregiudicato arrestato nei mesi scorsi per spaccio. Dai successivi accertamenti, nella sua abitazione sono stati trovati 40 grammi di cocaina, una decina di crack e 3.575 euro in contanti.

È stato arrestato alle 05,30 di ieri in zona Fondo Fucile dai poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio. Trentatré anni, messinese, è ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Lo hanno notato uscire dall’appartamento di un pregiudicato noto alle forze dell’ordine e arrestato nei mesi scorsi per spaccio. Il trentatreenne è poi salito a bordo di un’auto velocemente abbandonata quando si è accorto della presenza degli agenti. Raggiunto, ha negato di essersi recato nella casa del pregiudicato nonostante ne avesse le chiavi.

Rapidi accertamenti hanno inoltre evidenziato il rapporto di parentela tra i due: il trentatreenne è il cognato del pregiudicato. Gli agenti che hanno quindi proceduto a perquisire l’abitazione hanno rinvenuto circa 40 grammi di cocaina e una decina di crack. Sequestrata altresì la somma di 3.575 euro, verosimile provento di spaccio, un bilancino di precisione e altro materiale generalmente utilizzato per il confezionamento delle singole dosi.

Il trentatreenne è stato trasferito presso la locale casa circondariale su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

FONTE: Questura di Messina

(412)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *