Messina. Rapinano un uomo in via dei Mille: due minori in carcere, uno in comunità

Pubblicato il alle

2' min di lettura

A seguito di accurata attività investigativa messa in atto dalla Squadra Mobile della Questura di Messina, sono state eseguite tre misure cautelari, di cui due in carcere, emesse dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Messina, nei confronti di tre minori messinesi, tra i 15 e i 17 anni, ritenuti responsabili in concorso tra loro della rapina ai danni di un uomo, consumata in questa via dei Mille lo scorso 15 settembre.

L’immediato intervento dei poliziotti delle Volanti e l’attenta analisi di quanto accaduto da parte degli investigatori della Squadra Mobile hanno permesso, infatti, di ricostruire quanto accaduto. In particolare, i tre ragazzini, in orario serale e approfittando dell’assenza di passanti, avvicinavano la vittima e, dopo averla scaraventata per terra, si impossessavano del suo borsello, dandosi poi a precipitosa fuga a piedi. I poliziotti, coordinati dall’Autorità Giudiziaria, sono riusciti ad identificare i tre  giovani responsabili. Fondamentale, a tal fine, l’estrapolazione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza di esercizi commerciali prossimi al luogo della rapina, che hanno immortalato i tre soggetti, nonché gli indumenti indossati dagli stessi, successivamente rinvenuti, a seguito di perquisizione presso le loro abitazioni, confermando così le loro responsabilità.

Alla luce dei fatti  e dell’attenta ricostruzione degli agenti della Squadra Mobile, pertanto, sono state emesse dall’Autorità Giudiziaria le predette misure cautelari, di cui due custodie in carcere ed un collocamento in comunità, nei confronti dei tre minori, che a loro carico vantano, peraltro, pendenze in relazione ad altri reati contro il patrimonio, e che da ultimo erano stati altresì sottoposti a misura cautelare, eseguita dalla Polizia Ferroviaria, per una tentata rapina verificatasi a bordo treno l’8 settembre scorso.

Fonte: Questura di Messina

(190)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.