Messina. Vendevano pesce congelato come se fosse fresco: denunciati

 

Foto di due carabinieri durante i controlli ai box per il pesce al dettaglio del mercato VasconeVendevano prodotti congelati spacciandoli per pesce fresco, questo quanto scoperto stamattina dai Carabinieri della Compagnia di Messina Sud con il supporto del Nucleo Anti-Sofisticazione di Catania. Denunciati i titolari di due punti vendita.

I controlli sono scattati alle prime ore di oggi, 7 maggio, e hanno coinvolto tutti i commercianti attivi nel mercato rionale “Vascone” di via Catania.

L’operazione, che puntava sul qualificato supporto dei NAS, era finalizzata a identificare eventuali irregolarità nella vendita di prodotti ittici. I minuziosi controlli, eseguiti su tutti i box adibiti al commercio di pesce al dettaglio, hanno portato ad individuare sui banchi prodotti decongelati posti in vendita come “freschi”.

Tentata frode in commercio: questo il reato di cui sono stati accusati i titolari di 2 punti vendita, denunciati alla Procura della Repubblica di Messina e diffidati ad esporre sui loro prodotti la corretta etichettatura, necessaria per portare a conoscenza gli acquirenti delle reali caratteristiche del pesce.

Uno dei due soggetti è stato, inoltre, sanzionato per “mancato aggiornamento delle autorizzazioni sanitarie”.

Quella di oggi è solo una delle tante operazioni portate a termine dai carabinieri per il contrasto al fenomeno delle frodi in commercio, per riportare l’ordine in un settore dove il primo interesse da tutelare è quello della salute dei cittadini.

(2577)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *