controlli anti-covid a messina, carabinieri a ganzirri

Messina. Controlli straordinari dei Carabinieri: 3 arresti e 2 denunce

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia Messina Centro, supportati dalle pattuglie del Nucleo Radiomobile, hanno intensificato i controlli lungo le fasce costiere del capoluogo, nonché dei vicini comuni di Villafranca Tirrena e Saponara, in particolare sono stati predisposti controlli allo scopo di contrastare lo smercio di sostanze stupefacenti e reati predatori in generale.

Nel corso dei servizi, in attuazione di distinti provvedimenti emessi dalla competente Autorità Giudiziaria, i militari dell’Arma hanno arrestato tre cittadini messinesi, già noti alle forze dell’ordine. In particolare i Carabinieri della Stazione di Castanea delle Furie hanno arrestato il 68enne A.G. condannato alla pena residua di 8 mesi di reclusione, in regime di detenzione domiciliare, per porto abusivo di coltello. Inoltre, i Carabinieri della Stazione di Villafranca Tirrena, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Messina Giostra, hanno arrestato la 46enne D.D. poiché condannata alla pena residua di 3 anni, in regime di detenzione domiciliare, per il reato di porto abusivo di armi e minaccia. Infine, i Carabinieri della Stazione di Messina Giostra hanno arrestato il 35enne P.S., condannato alla pena residua di 4 anni e 3 mesi di reclusione in carcere, poiché riconosciuto colpevole dei reati di lesioni aggravate e porto abusivo di armi.

Al termine delle formalità di rito, il 35enne P.S. è stato associato presso la Casa Circondariale di Trapani e gli altri due arrestati sono stati tradotti presso i rispettivi domicili.

Nel corso dell’attività di controllo, i Carabinieri hanno altresì proceduto, segnalandoli alla Procura della Repubblica di Messina, nei confronti di:

  • un 36enne commerciante di Messina per sottrazione di cose sottoposte a sequestro, poiché, a seguito di una verifica, i militari dell’Arma accertavano che l’uomo non aveva più la disponibilità di alcune slot machine, già sottoposte a sequestro, di cui era il custode giudiziario;
  • una 19enne di Patti (ME) per detenzione illegale di sostanze stupefacenti, poiché sottoposta ad un controllo di polizia nei pressi di viale Giostra, veniva trovata in possesso di modici quantitativi di sostanza stupefacente di tipo hashish, marijuana e cocaina.

Infine, durante il servizio, che ha consentito di controllare più di 60 autovetture ed oltre 80 persone, due giovani sono stati segnalati alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.

(267)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.