Messina. Beccato a vendere droga a Giostra: 27enne agli arresti domiciliari

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La Polizia di Stato di Messina ha beccato un 27enne mentre vendeva droga a un “cliente” a Giostra. È successo ieri, domenica 14 marzo, intorno alle 23.00. Il “cliente” è stato multato per violazione delle norme anti-covid.

Al prezzo di 40 euro, l’uomo, messinese, 27 anni, soggetto noto ai poliziotti per i suoi precedenti di polizia, ha venduto una dose di crack del peso di 0,42 grammi al “cliente” presentatosi al suo domicilio, seguito dagli agenti e subito bloccato con la droga appena acquistata.

Nei confronti di quest’ultimo, si è proceduto alla contestazione della sanzione amministrativa ai sensi dell’art. 75 DPR 309/990 e al sanzionamento per aver violato la vigente normativa anti Covid.

A carico del 27enne, a seguito di perquisizione domiciliare, tracce di ulteriore sostanza stupefacente e materiale per il confezionamento delle singole dosi sono stati sottoposti a sequestro, così come la somma di 4.940 euro ritenuta possibile provento di spaccio.

L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo previsto per stamani.

Nella giornata di sabato scorso, i poliziotti delle Volanti hanno altresì eseguito la misura cautelare in carcere ai danni del trentacinquenne arrestato lo scorso 4 marzo per il reato di furto, perpetrato all’interno di uno studio veterinario cittadino. Nei confronti dell’uomo, è stata emessa la suddetta misura in sostituzione dell’obbligo di dimora a cui era già sottoposto e le cui prescrizioni ha evidentemente ignorato e violato.

FONTE: Questura di Messina

(298)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.