Messina: arrestata Emilia Barrile. I primi dettagli dell’operazione “Terzo Livello”

Primo piano di Emilia BarrileMessina. Arrestata Emilia Barrile: il nome dell’ex presidente del Consiglio comunale spicca fra i 13 coinvolti dall’operazione “Terzo Livello” scattata, alle prime ore di oggi, nei confronti di politici e imprenditori della città dello Stretto.

Associazione a delinquere, abuso d’ufficio, atti contrari ai doveri d’ufficio e violazione dei doveri di imparzialità nei confronti della pubblica amministrazione: queste le accuse per le quali sarebbe indagata Emilia Barrile.

L’operazione eseguita stamane dalla Direzione Investigativa Antimafia di Messina ha visto scattare, sinora, 13 provvedimenti cautelari: un arresto in carcere, dieci soggetti ristretti ai domiciliari e due misure interdittive. Tra gli indagati anche l’imprenditore della grande distribuzione Antonio Fiorino.

Alla base dell’operazione, denominata “Terzo livello”, un’attenta indagine della Procura che ha svelato l’esistenza di un comitato d’affari che gestiva la cosa pubblica per fini privati.

Ecco quanto si legge nella nota del GIP che ha disposto le misure cautelari: “Le indagini rivelano la consuetudine della Barrile allo sfruttamento del potere di influenza che deriva dal ruolo pubblico per esercitare pressioni su dirigenti e funzionari del Comune per garantire il pronto soddisfacimento di interessi privati facenti capo a un ristretto gruppo di imprenditori cittadini a lei collegati da un inquietante logica del do ut des, essenzialmente costituito con prospettiva di ritorno sia elettorale che di assunzioni di parenti vicini presso attività imprenditoriali”.

Candidata alle recenti elezioni amministrative con la lista civica “LeAli per Messina”, l’ex presidente del Consiglio comunale aveva iniziato la sua carriera politica nel centrosinistra per poi transitare al centrodestra, lasciato alla fine del 2017 in seguito ad alcune divergenze di visione.

Alle ultime elezioni Emilia Barrile, oggi agli arresti domiciliari, aveva raccolto il maggior numero di consensi (2800) fra i singoli candidati ma la soglia di sbarramento del 5%, non raggiunta dalla sua lista civica, le aveva impedito di rinnovare il suo incarico da consigliere.

Aggiornamenti:

Tutti i dettagli sull’operazione “Terzo livello” e i nomi di spicco coinvolti dalle indagini della DIA.

Video dell’operazione “Terzo livello” e intercettazioni su Emilia Barrile

 

(2815)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *