Maltempo. A Cesarò 54enne muore fulminato. E Giampilieri trema

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Un pomeriggio da dimenticare quello di ieri. Forte vento e vere e proprie bombe d’acqua si sono abbattuti su Messina e provincia. Da Giampilieri a Sant’Agata Militello il maltempo ha creato non poche criticità.

A Cesarò si è registrata una vittima. Salvatore Coci, un allevatore 54enne è stato colpito da un fulmine in contrada Sollazzo, a 8 km dal centro abitato di Cesarò. Dalle prime notizie pare che l’uomo stesse cercando di raggiungere la propria automobile, insieme ad un amico, quando un fulmine lo ha centrato lasciando un buco nel terreno. Sbalzato a metri di distanza l’amico che era con lui che, per fortuna, non ha riportato alcuna conseguenza.

I soccorsi sono stati immediati ma per l’allevatore non c’è stato nulla da fare, la scarica non gli ha lasciato scampo.

Tanta paura anche nella zona sud di Messina, soprattutto nei centri colpiti dall’alluvione del 2009. Si registrano solo pochi danni e tanto fango che è tornato a invadere le strade di Giampilieri fino a piazza Pozzo.

In poco più di un’ora sono 100 i millimetri di pioggia caduti su Giampilieri, un temporale paragonabile, per intensità, a quello del 2009, ma per fortuna durato molto meno.

A parte il cedimento di un muro, che ha causato l’allagamento di una casa, non si segnalano altri danni nella zona, ma la paura di chi ha vissuto questo temporale è stata grande.

Il Comune nel pomeriggio, alle 18, aveva diramato l’allerta meteo.

 

(1259)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.