Furti, truffe e frodi informatiche: i reati più commessi a Messina e provincia nell’ultimo anno

Furti, frodi informatiche, estorsioni e lesioni: in occasione del 168esimo anniversario della Polizia di Stato, la Questura di Messina ha divulgato i dati relativi agli arresti e alle attività svolte tra aprile 2019 e i primi giorni di aprile 2020. Vediamo quali sono stati, numeri alla mano, i reati più commessi nell’area metropolitana dello Stretto.

I dati divulgati dalla Questura di Messina e relativi all’ultimo anno sono suddivisi per area di competenza, con un focus particolarmente dettagliato sui reati informatici. Osservando le tabelle messe a disposizione è possibile evidenziare quali sono stati i reati più commessi tra Messina e la provincia.

I reati più commessi sono: furti (793), truffe e frodi informatiche (313), danneggiamenti (185). Seguono le rapine (62) e i danneggiamenti seguiti da incendio (48). Per quel che riguarda, invece, la sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni, si segnalano 103 truffe online, 232 “computer crome”, di cui 133 riguardano il “Pagamento telematico e uso illecito dei codici”.

Ma andiamo a vedere, adesso, le tabelle dei dati della Questura di Messina.

dati su arresti e reati commessi a messina nel 2019 e rilevati dalla polizia di stato. Fonte, Questura di Messina

I dati della Polizia Postale e delle Comunicazioni

dati su arresti e reati commessi a messina nel 2019 e rilevati dalla polizia di stato. Fonte, Questura di Messina

I dati della Polizia Ferroviaria

dati su arresti e reati commessi a messina nel 2019 e rilevati dalla polizia di stato. Fonte, Questura di Messina

I dati della Polizia Marittima

dati su arresti e reati commessi a messina nel 2019 e rilevati dalla polizia di stato. Fonte, Questura di Messina

 

 

(198)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *