Formaggi tra muffe, ragnatele ed escrementi. Sequestrata azienda casearia

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Producevano formaggi utilizzando acqua non potabile per poi conservarli tra muffe, ragnatele ed escrementi. E’ quanto hanno scoperto i Carabinieri di Librizzi, coadiuvati dai colleghi del Nas di Catania, all’interno di un’azienda casearia del versante nebroideo.

In seguito all’ispezione, il titolare è stato è stato  deferito in stato di libertà per aver violato i  requisiti igienico-sanitari previsti dalla normativa vigente per la produzione di alimenti.  Il controllo si è concluso con il sequestro di 300 kg di latticini, per un valore di 3000 euro e dell’intera azienda per il valore di 100.000 euro.

(1429)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.