Era Conte l’uomo entrato domenica all’Atm? Secondo l’esposto del commissario Manna sarebbe l’ex manager

Claudio ConteL’uomo che domenica è entrato all’Atm, in via La Farina, portando via, a quanto pare, molti documenti sarebbe l’ex direttore generale dell’Atm Claudio Conte. Secondo il commissario dell’ente, Domenico Manna, che nel luglio scorso ha deciso di non rinnovare più il contratto a Conte, e all’attuale direttore facente funzioni Ferdinando Garufi pare proprio di sì a leggere l’esposto che hanno presentato alla procura. Secondo la denuncia Conte sarebbe stato autorizzato a prelevare gli effetti personali il 4 luglio scorso. Domenica scorsa, invece, personale in servizio dell’Atm notava la presenza di una persona non autorizzata all’interno dei locali indicando Conte. Manna, alle 19 di domenica, notava che le stanze della direzione generale erano stranamente illuminate. Manna telefonava a Conte che gli confermava – secondo l’esposto – di essere all’interno del suo ex ufficio per asportare alcuni documenti che a detta dell’ex direttore erano molto importanti. Manna invitava Conte a uscire immediatamente. Per verificare quanto detto Manna telefonava anche al responsabile aziendale Salvatore Orlando. I controlli sostenevano che Conte era entrato con la sua auto nell’azienda. L’ex direttore sarebbe stato visto andare via alle 19,40 di domenica con almeno quattro borsoni pieni di materiale cartaceo. Conte avrebbe trascorso anche la mattina di domenica negli uffici. E lunedì il segretario di Manna, Natale Trischitta, ha notato anche la stanza dell’ex Dg socchiusa con la forzatura dell’armadio. Immediata la richiesta d’intervento dei carabinieri. Ecco perché Manna e Garufi hanno sollecitato adesso la procura a chiarire i fatti.

(48)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *