carabinieri notte

Controlli anti-covid a Messina: interrotta festa privata a Torre Faro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Sabato sera i Carabinieri di Messina hanno interrotto una festa privata a Torre Faro. Sanzionate per violazione della normativa anti-covid 12 persone tra i 19 ed i 25 anni. Nel mirino anche due palestre di Lipari, in attività nonostante i divieti.

Nel corso del fine settimana, durante le attività volte al controllo del rispetto della normativa nazionale e ragionale per il contenimento della diffusione della pandemia da COVID 19, i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina hanno interrotto una festa privata a Messina ed individuato 2 palestre in attività sull’isola di Lipari. 

Nella serata di sabato, i Carabinieri della Compagnia Messina Centro hanno proceduto alla contestazione delle violazioni amministrative in materia di “Covid19” nei confronti di 12 giovani, di età compresa tra i 19 ed i 25 anni, responsabili di aver provocato un assembramento all’interno di un’abitazione privata di Torre Faro. I militari della Stazione di Faro Superiore, allertati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale dell’Arma, sono intervenuti nella citata località per appurare cosa stesse accedendo. Sul posto, l’attenzione dei carabinieri è stata richiamata da alcuni schiamazzi provenienti da una villetta, nel cui parcheggio erano in sosta diverse autovetture. Richiesto l’accesso al proprietario, si constatava la presenza di 12 persone, tra loro non conviventi, intente a mangiare delle pizze. Per loro, in ossequio alla normativa nazionale anti contagio, sono scattate le sanzioni amministrative previste.

Nel pomeriggio di venerdì, durante i servizi di controllo del territorio, i militari della Stazione Carabinieri di Lipari, hanno notato dei movimenti nei pressi di due palestre dell’isola.

I Carabinieri hanno proceduto al controllo dei due locali constatando, in un caso, che all’interno vi erano 4 persone intente ad allenarsi mentre, nell’altra struttura sportiva, erano 6 gli atleti impegnati in attività fisica. I militari dell’Arma hanno sanzionato i due titolari delle palestre poiché hanno consentito l’utilizzo dei locali in violazione delle prescrizioni in atto che prevedono la chiusura di questi impianti sportivi ed anche le 10 persone sorprese ad effettuare l’attività sportiva al chiuso.

FONTE: Legione Carabinieri “Sicilia” – Comando Provinciale di Messina

(450)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.