Blitz contro l’ambulantato selvaggio: sanzioni e sequestri per circa 10mila euro

ambulanti_frutta-1Proseguono in controlli dei carabinieri per mettere un freno all’ambulantato selvaggio che, con l’arrivo della bella stagione, rappresenta un fenomeno in crescita.

Lo scorso  venerdì 15 maggio, dalle 8.00, i carabinieri della Compagnia di Messina Sud, in sinergia con la sezione Annona della Polizia Municipale – con il supporto di diverse pattuglie dei carabinieri di Tremestieri, Bordonaro, Santo Stefano Medio e Giampilieri – hanno compiuto un nuovo blitz nei confronti di venditori ambulanti del Rione Provinciale, nei pressi del mercato Vascone, che ha portato a sanzionare una decina di persone per il mancato possesso dell’autorizzazione alla vendita al dettaglio di prodotti ortofrutticoli e al sequestro amministrativo di migliaia di chili di merce, per un valore di circa 10.000 euro.

Dopo lo stop dei controlli per qualche mese, allo scopo di consentire agli ambulanti di mettersi in regola – cosa che non è avvenuta, secondo le forze dell’Ordine – la situazione è visibilmente peggiorata. Motivo che ha portato i carabinieri a ripristinare l’azione di controllo.

Alla maggior parte degli abusivi multati sono stati anche sequestrati i furgoni utilizzati per trasportare e vendere la merce, in quanto privi di copertura assicurativa. Inoltre, le bancarelle abusive ostacolavano la circolazione, creando notevoli disagi ai cittadini.

«Erano dappertutto – si legge in una nota dei carabinieri –, incuranti di ogni norma sanitaria e amministrativa. Avevano piazzato i loro banchi non solo sui marciapiedi, ma anche in mezzo alla strada, occupando abusivamente il suolo pubblico e creando gravi intralci alla circolazione sia dei pedoni che dei veicoli».

L’operazione è proseguita per tutta la mattina. La merce sequestrata, dopo essere stata controllata da personale specializzato, è stata interamente devoluta in beneficienza alle mense dei poveri degli istituti “Don Bosco” e “Sant’Antonio”.

(508)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *