Barcellona. Pochi minuti dopo il brindisi proiettile vaga nella stanza in cui hanno atteso il nuovo anno. Famiglia “miracolata”

carabinieri-molto-bellaUn vero giallo, quello accaduto a Barcellona la notte di capodanno, e saranno i carabinieri a dove capire come e perchè il proiettile di una pistola ha trapassato serranda e vetrata di una finestra al quarto piano di un appartamento di via Madia e si è conficcato in una parete. Intanto è gia “miracoloso” che non ci siano state vittime. Nella sua traiettoria ad altezza d’uomo, infatti, il proiettile, un calibro 9, non ha colpito nessuna delle numerose persone che solo qualche minuto prima si trovavano nella stanza per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
L’appartamento, è ubicato di fronte all’Ospedale giudiziario di Barcellona, e proprio da lì, secondo prime indagine dei carabinieri, potrebbe essere partito il colpo.
La sua traiettoria, infatti, indicherebbe l’OPG punto dal quale è stato esploso il proiettile. Nessun altro edificio fronteggia l’abitazione al quarto piano di via Vittorio Madia.
Un particolare, inoltre, appare strano: il calibro del proiettile è simile a quello delle pistole d’ordinanza in dotazione alle forze di polizia italiane.
I carabinieri della compagnia di Barcellona indagano.

(27)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *